BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LULU’/ La maghetta dei fiori che ha girato il mondo

Pubblicazione:

LuluR375.jpg

Tutti i cartoni che ho visto nella mia vita si associano sempre a un fatto curioso che mi è successo. Teatro di questi avvenimenti era sempre la casa di mia nonna.

 

Gli amichetti che mi ero fatto erano spesso vittime designate di qualche mio esperimento. Abbiamo letto come facevo a rompere le clavicole delle ragazzine che “allenavo” per farle diventare comeMimì, delle slogature alle caviglie per colpa di Holly e Benji e infine delle rapine alle villette, vestiti come Lupin e Zorro.

 

Ma un giorno è arrivata una bambina, che diceva di poter trasformare i suoi abiti solo con un fiore. Ovviamente, noi cinici delinquentelli di strada devoti solo a Ken Shiro, l’abbiamo presa in giro e sfottuta.

 

Com’era la magia? Lei si nascondeva in una baracca, da noi costruita nel bosco e, dopo pochissimi secondi, usciva con un altro abito. Com’era il trucco? Ovviamente indossava un vestito sopra l’altro! Io, soprannominato genio del male, avevo scoperto l’inganno.

 

“Chi ti ha dato questo potere?” La ragazzina, con sorriso beffardo, disse “Lulù, l’angelo tra i fiori. Per una settimana diventò la reginetta del parchetto e noi maschietti solo dei poveri reietti, vestiti male.

 

Bisognava informarsi e scoprire il segreto di questa Lulù, che già noi detestavamo. Nata nel 1979, dalla fantasia di Shiro Jinbo, già creatore della “seconda” Mimì (Ashita e Attack) e di Hallo Sandybell, il padre di Lulù deve essere stato sicuramente un figlio dei fiori. La protagonista infatti è una ragazza francese, che vive con i nonni fiorai, amante dei viaggi e quasi sempre in total look anni Settanta

.

Devono aver lavorato duro alla Toei, visto che Lulù è uno dei pochissimi cartoni che può vantare cambi d’abito ad ogni puntata. Lei, discendente degli spiriti dei fiori viene ingaggiata, da due spiriti dalla forma di cane e gatto, per ritrovare il raro e prezioso fiore dai sette colori. Tale fiore serve solo per avviare la successione al trono del re della stella dei fiori, mentre noi, ai tempi, pensavamo chissà quale potere potesse avere.

 

Infatti Lulù non è una semplice teenager, ma ha con sé una spilla magica a forma di margherita, che le può far acquisire capacità professionali con tanto di abito in pandan. Quindi se vuole diventare una brava colf eccola trasformata con l’abito da cameriera e lo Swiffer in mano, se per caso deve spaccare la legna, in men che non si dica, indossa una camicia canadese a quadri e boot della Timberland. La magia si attiva solo puntando esclusivamente la spilla verso un fiore. Se fosse capitata nel deserto, la nostra cara Lulù, sarebbe morta sciatta e demodè!

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >