BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SEX & THE CITY 2/ Carrie, Miranda, Charlotte e Samantha in un film con pochi attimi di verità

Pubblicazione:

Sex_City_2R375.jpg

Rimangono a New York i problemi e la crisi (la parola ricorre diverse volte nel film, ma non se ne parla mai veramente) e il tanto temuto ritorno dell’ex di Carrie, Aidan (John Corbett), non riesce a preoccupare e impensierire realmente il pubblico, che intuisce già come si concluderà l’intreccio.

 

Il mondo musulmano viene descritto come in una guida turistica e sono pochi i momenti in cui le protagoniste si confrontano sui loro reali problemi: ognuna ha una sua visione del rapporto di coppia e delle “regole del matrimonio” che l’altra non può giudicare e capire. Ma le amiche di Sex & the city non ci avevano abituato a questo individualismo, pronte come sono sempre state non solo a dare consigli, ma anche a criticare e giudicare le compagne di avventure. Infatti la scena più bella e più reale è proprio quando Charlotte e Miranda si confidano riguardo le difficoltà dell’essere mamma, uno dei pochi attimi di verità della pellicola.

 

Forse fa più ridere del prequel ed è più fedele, almeno nel tono, allo spirito della serie, ma sembra di assistere a una puntata del telefilm, che durava mezz’ora, spalmata su una storia di più di due ore. Come afferma Carrie alla fine del film, quando si parla di rapporti c’è un’intera gamma di colori da esplorare… peccato che i colori che vengono esplorati maggiormente siano quelli degli abiti!

 

Le relazioni sono trattate con superficialità, mai approfondite, come invece faceva con arguzia e brillantezza la serie. Il film, come il libro di Carrie che nella pellicola riceve una stroncatura, ha poco da dire: forse ora che si parla di donne sposate non funziona più come la serie?

 

PER GUARDARE IL TRAILER DI SEX & THE CITY 2 CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >