BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DENNIS HOPPER/ Il ricordo del creatore di Easy rider e della New Hollywood

Pubblicazione:

Una scena del film Easy Rider  Una scena del film Easy Rider

Convinto a ridurre la durata della pellicola, Hopper torna in sala di montaggio e sforna la versione definitiva del film, in cui riecheggiano i grandi stilemi del cinema hollywoodiano (soprattutto il western classico e i suoi campi lunghi) completamente rinnovato grazie ad alcuni splendidi momenti in cui la Nouvelle Vague francese si prende la briga di raccontarci la storia di desiderio e delusione della Nuova America e della New Hollywood.

 

Nell’America descritta da “Easy rider” non c’è solo la storia di un gruppo di giovani che scopre la morte (come il crudo e improvviso finale o la lisergica sequenza al cimitero), ma c’è soprattutto il racconto sommesso e doloroso di una generazione che prende bruscamente coscienza della morte dei propri sogni e dei propri desideri di cambiare il mondo, un mondo in cui iniziano a palesarsi la paura e il disgusto, parafrasando il titolo di un altro celebre libro/film che ci racconta la morte dell’America sognata dai Figli dei fiori (“Paura e disgusto a Las Vegas”di Hunter S. Thompson).

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.