BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL SEGRETO DEI SUOI OCCHI/ Il film sull’impossibile desiderio di giustizia che ha vinto l’Oscar

Pubblicazione:

Una scena del film Il segreto dei suoi occhi  Una scena del film Il segreto dei suoi occhi

Al tribunale di Buenos Aires, nel 1974, un gruppo di amici ha fame di verità e giustizia, ed è pronto a rischiare tutto pur di sfuggire a una vita “piena di niente”. Sullo sfondo un’Argentina su cui si allunga l’ombra della barbarie cieca: tra le scartoffie della burocrazia si fa strada strisciando la larva della dittatura che verrà.

 

Il regista Juan Josè Campanella ha fatto tesoro dell’esperienza maturata alla scuola della serialità statunitense (Law and Order e Dr. House), trovando la sua voce ne Il segreto dei suoi occhi, un film d’autore che, senza perdere profondità, non indugia certo in cervellotiche lentezze. Un Oscar per il miglior film straniero tutto argentino, meritato anzi tutto dalla densità di una storia sorprendente, tratta dall’omonimo romanzo di Eduardo Sacheri.

 

Benjamin Esposito (un incredibile Ricardo Darin), impiegato del tribunale in pensione, non vuole ridursi a “piantar begonie” e sceglie la strada dolce-amara della scrittura per dar senso ai suoi giorni vuoti. La sua mente è affollata dalle immagini di un caso di 25 anni prima, l’omicidio con stupro di una giovane sposa.

 

Vediamo il sorriso irresistibile della ragazza, illuminata da una grazia innata e dall’adorazione del marito, ancora stupito di averla accanto. D’un tratto il suo cadavere nudo e scomposto buca lo schermo: qualcuno ha violato e ucciso la luce di quel sorriso, innescando una spirale di male che Esposito ha deciso di raccontare in un romanzo.

 

Quando comunica il suo proposito a Irene, collega di un tempo e amore di una vita, leggiamo nei loro sguardi che dietro al caso si cela un coacervo di verità taciute e drammi irrisolti. Inizia così un gioco abilmente gestito tra i due piani temporali. Tra la polvere dei fascicoli che soffoca la giustizia, un giovane Esposito indaga insieme all’amico Sandoval (Guillermo Francella), ironico impiegatucolo gogoliano con la passione per alcool e bettole.

 

Incontriamo lo sguardo rotto e fermo di Morales, marito della ragazza uccisa, imprigionato in un amore crudelmente negato che assume presto i tratti di un’ossessione. In una foto ricordo della vittima Esposito riconosce il germe del desiderio negli occhi fissi dell’amico d’infanzia Gomez, puntati sulla ragazza come una promessa e una minaccia.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SU IL SEGRETO DEI SUOI OCCHI CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >