BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TV/ Estate, tempo di repliche. In attesa della nuova serie, I Cesaroni 4

Pubblicazione:

cesaroni_R375.jpg

Per chi si occupa di televisione, l’estate è una bestia strana da trattare: cala sensibilmente e progressivamente il numero degli spettatori; calano gli investimenti pubblicitari (e i due fenomeni sono tutt’altro che scollegati); scende il budget disponibile per produrre cose nuove e, solitamente, i gioielli di famiglia, i prodotti più forti, vengono riposti per qualche tempo in cassaforte, a “ritemprarsi” per i periodi duri. Cioè per le stagioni di garanzia, quelle in cui ci si gioca il meglio, perché gli investitori pubblicitari si aspettano ascolti certi e nulla c’è di peggio che fallire il raggiungimento di questi risultati. A ben guardare in questa stagione accadono anche altri fenomeni interessanti: gli spettatori, oltre a diminuire, cambiano anche. In che senso?

Ad esempio, i bambini e i ragazzi in età scolastica, esauriti i loro obblighi, hanno molto più tempo libero a disposizione e una parte di esso lo dedicano alla televisione. Non è una congettura, sono numeri; carta canta, anzi, meglio, i dati auditel cantano, certificando, indefettibilmente, ogni anno l’accadere di questi fenomeni. E ugualmente si potrebbero notare anche altri fenomeni interessanti che riguardano il comportamento di visione pure del pubblico adulto. Difficile quindi per gli “strateghi” della televisione puntare su ricette sicure. Si possono giocare partite diverse, si possono pensare molteplici offerte. E questo è quanto di norma accade. Fantasia, budget disponibili, coraggio di osare e idee sono gli asset che vengono messi in campo e che si concretizzano in offerte fra loro ben differenti.





CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO SULLE REPLICHE ESTIVE TELEVISIVE E I CESARONI

 



  PAG. SUCC. >