BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

HURRICANE POLIMAR/ Il supereroe dei cartoni giapponesi allegro e scanzonato

Pubblicazione:

Hurricane_PolimarR375.jpg

Mentre io speravo di potermi trasformare in elicottero e superare la fiumana di gente per entrare nelle cripte vaticane, la mia speranza andava vacillando. Infatti ci sono volute circa due ore prima di vedere almeno i corridoi che mi avrebbero portato davanti alla tomba di Wojtyla.

 

La sicurezza vaticana scaglionava i fedeli per non creare sovraffollamento davanti ai sepolcri e a pochissimi metri dall’agognata entrata mi intimavano di fermarmi per lasciare passare quelli dietro di me. “Tu con la maglia bianca! Fermati! Gli altri passino pure”. Cosa avrò mai fatto questa volta?

 

Una delle forze di Polimar è sicuramente il costume rosso fuoco con un mantello a forma di ali e il casco con le corna, ma è il logo a essere diventato un simbolo. Simbolo di forza e giustizia, quasi a urlare “guardatemi sono come Superman”. Curiosa è anche la freccia bianca che sul costume indica i genitali, come per dire “non colpite qui”.

 

Il simbolismo è stato usato spesso dalla Tatsunoko nelle sue serie, sempre per dare un segno di riconoscimento ai suoi protagonisti. Ci sono le G con gli uccelli dei Gatchaman, la C di Kyashan (in originale Casshern), ma è sicuramente il marchio di Polimar quello più famoso in Italia, e la sua sigla è una delle poche a essere trasmessa in lingua originale.

 

GUARDA LA SIGLA

DI HURRICANE POLIMAR

 

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SU HURRICANE POLIMAR CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >