BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TOY STORY 3/ E’ sessista e omofobico: l’accusa delle femministe americane all'ultimo capitolo della saga Disney

Pubblicazione:

toystory3R375.jpg

TOY STORY 3 E’ SESSITA E OMOFOBICO - Le femministe americane stroncano Toy Story 3. Secondo le femministe americane, Toy Stoy 3 è un film sessista e omofo. In Toy Story 3, secondo le femministe americane, le donne sarebbero rappresentate in maniera sterotipata e offensiva. 

 


Le femministe americane si sono scagliate contro Toy Story 3 – La grande fuga, terzo e ultimo capitolo della saga di animazione in 3D della Disney. Il film, secondo loro, sarebbe  «sessista e omofobo». Nella pellicola, infatti, i personaggi maschili sarebbero preponderanti rispetto a quelli femminili, mentre le donne sarebbero rappresentata in maniera tutt’altro che onorevole. A cominciare dalla madre di Andy, descritta come assillante, alla barbie iper-emotiva. Non solo: Ken, il partner di Barbie, sarebbe dipinto come un «gay fashionista con la predilezione per l’inchiostro viola»: così commenta la rivista Ms, considerata la più autorevole rivista femminista americana. «Toy Story 3 è negligentemente sessista e rischia di danneggiare i bambini che, guardando certi spettacoli, crescono interiorizzando le idee stereotipate su quello che gli uomini pensano delle donne» ha dichiarato la scrittrice Natalie Wilson. «Il film – ha continuato - è anche omofobico per la descrizione che fa della bambola Ken e per le battute che riguardano questo personaggio, che suggeriscono che la cosa peggiore che possa capitare ad un ragazzo sia di essere una ragazza o un omosessuale».

 

Leggi anche: LO SQUALO/ C’è qualcuno in grado di battere la creatura di Spielberg dopo 35 anni?, di A. Pedrazzi

 

Leggi anche: CINEMA/ Cinquant’anni dopo La dolce vita, l’Italia produce solo pellicole da fast food, di M. Bordoni

 


CLICCA QUI O SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGGERE L’ARTICOLO SU TOY STORY – LA GRANDE FUGA

 


 



  PAG. SUCC. >