BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cinema, Televisione e Media

CARTONI/ La Comedy Central (South Park) mette in cantiere una serie animata su Gesù. Ma gli americani insorgono

Comedy Central, la casa di produzione di South Park, ha in cantiere JC, una serie animata dal contenuto decisamente blasfemo in cui Gesù Cristo va a vivere a New York per liberarsi di un padre decisamente ingombrante.

gesusouthparkR375.jpg(Foto)

Comedy Central, la casa di produzione di South Park, ha in cantiere JC, una serie animata dal contenuto decisamente blasfemo in cui Gesù Cristo va a vivere a New York per liberarsi di un padre decisamente ingombrante.

South Park, i Griffin, di recente American Dad. Non di rado, anche se in maniera molto più soft, i Simpson. In America, i cartoni animati in cui gli autori non si fanno remore a mandare in onda contenuti decisamente blasfemi sono all’ordine del giorno. Scene in cui Gesù Cristo o Dio interloquiscono con i protagonisti o vengono raffigurati in sketch dai toni decisamente irriverenti ed offensivi fanno parte della quotidianità catodica degli americani. Satira, marketing, ideologia, superficialità: i motivi per i quali la religione, soprattutto quella cattolica – ma non solo – viene presa di mira sono i più disparati. Poco importa che gli americani che assistono, di norma, mal digeriscano simili provocazioni. Gli autori e i produttori di questi cartoni animati continuano nei lori intenti come nulla fosse. Fino a un certo punto.

E’ successo infatti che la Comedy Central abbia passato il limite. Annunciando la messe in cantiere di JC, una serie nella quale il protagonista è un giovane Gesù Cristo che, ai giorni nostri, decide di andare a vivere a New York per fuggire l’ombra di un padre decisamente ingombrante, “potente ma apatico”, che trascorre i suoi giorni giocando ai videogame e ignorando Gesù. Un gruppo di cittadini, pensando di aver già sopportato abbastanza, si è riunita in un comitato cittadino per protestare contro la serie dal contenuto programmaticamente blasfemo. E sta sollevando un polverone per impedirne la messa in onda.

Leggi anche: TV/ Il ritorno di Io canto e Ti lascio una canzone, i talent che trasformano i bambini in piccoli mostri, di G. Foresti