BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SQUADRA ANTIMAFIA 2/ “Ivan Di Meo è morto”. Claudio Gioè scrive ai fan di Facebook di Squadra antimafia

Pubblicazione:

squadrantimafia2_dimeo-mortoR375.jpg

Ecco il testo della lettera "Ivan Di Meo è morto", che Claudio Gioè ha scritto ai fan di Facebook di Squadra antimafia 2

 

Quando tre anni fa ho interpretato Totò Riina nel capo dei capi mi sono sentito dire “ce ne vorrà prima di scrollarti di dosso questo personaggio”. Oggi ho letto tutti i vostri messaggi. E desideravo ringraziarvi uno per uno per l'affetto quasi surreale che il vice questore Ivan Di Meo ha suscitato in alcuni di voi. Il vostro rammarico per la sua morte mi parla del fatto che il mio lavoro è stato gradito dal pubblico. E cosa ancora più importante per me è che la mia personale sfida contro la forte immagine del precedente personaggio, stando a quello che leggo, è stata vinta. La sfida consisteva intanto nel risultare credibile come poliziotto avendo appena interpretato davanti allo stesso pubblico un efferato criminale e successivamente riuscire ad emozionare con un personaggio portatore di valori opposti a quelli del precedente. Per un attore è sempre importante tracciare un percorso, assolutamente personale, ma da condividere possibilmente con il pubblico.


Ammetto che avevo voglia di cambiare completamente genere dopo il capo dei capi. Invece ho affrontato tutte queste paure accettando, quando mi offrirono la possibilità, di interpretare, proprio nello stesso genere, un personaggio completamente all'opposto, giocando con tutto il carico d'ambiguità che questo comportava. Buono o cattivo? corrotto o infiltrato? mafioso o non mafioso? Mi sono divertito con voi a scandagliare tutti questi livelli di ambiguità. Un po perchè penso che dovremmo attrezzarci per capire veramente come funziona oggi la mafia in italia e nel mondo, un po perchè credo che più meta livelli si aggiungono al gioco della recitazione più ci si avvicina all'autenticità di un ruolo. Due stagioni di squadra antimafia ci sono volute perchè per strada talvolta mi riconoscessero come “Di Meo” e non come “Totò”.


Qualcuno mi chiama “Totò Dimeo” ma in un numero assolutamente trascurabile... Per uccidere davvero Di Meo però mi servite anche voi. Io l'ho voluto fare insieme a voi. Mostrando possibilmente ancora una volta la vigliaccheria della mafia in prima serata. E l'ho voluta provare sulla mia pelle, sia pure nell'ambito protetto della finzione.

 

CLICCA QUI SOTTO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LA LETTERA DI CLAUDIO GIOE' AI FAN DI SQUADRA ANTIMAFIA 2



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
09/06/2010 - Grazie a Claudio Gioè (maddalena ciao)

Caro Claudio grazie per questa splendida lettera che hai scritto per noi fan. Anche se Ivan mi mancherà moltissimo perchè era un personaggio veramente interessante e avvincente (il mio preferito!), comprendo e condivido tutto quello che hai detto... Con le tue parole non solo hai dimostrato di essere un grande artista ma anche di essere un grande uomo... Ti ammiro tanto. In bocca al lupo per la tua carriera...spero di rivederti prestissimo in tv o al cinema! Un abbraccio!

 
09/06/2010 - Rammarico...... (Silvia Tundo)

Comprendo la decisione del bravissimo attore Gioè.... però a volte il lieto fine.... la speranza che il bene..... che la forza dell'amore possa cancellare le brutture della vita almeno nella fiction dovrebbe trionfare!Mi spiace molto per la sua decisione e in cuor mio mi auguro che non sia irrevocabile!La terza serie di Squadra Antimafia senza il vice questore dagli occhi azzurri non avrà lo stesso impatto sui telespettatori