BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

L’ULTIMO SOGNO/ Un film che insegna a costruire, nonostante i dolori della vita

Pubblicazione:

Ultimo_SognoR375.jpg

Se si deve completare la metafora, l’opera umana raramente è compiuta, ma può essere portata a termine, a patto che chi viene dopo ne riprenda l’originale disegno. Legno, pietra, e soprattutto il segreto patto tra due uomini che si sono conosciuti tardi sì, ma non a sufficienza per poter evitare di amarsi.

 

In un film in cui le magagne della famiglia, non solo americana, sono evidenti, l’accento è posto sul rapporto padre-figlio. Finalmente un padre non assente, anzi grazie alla malattia, dolorosamente presente innanzitutto a se stesso, un uomo che sa sobbarcarsi l’adolescenza ribelle del figlio e lentamente lo conquista a ciò che egli stesso ha capito solo da poco.

 

Che poi attorno a loro si ricostituiscano relazioni più umane e costruttive, è conseguenza confortante e abbastanza realista. Ma il primo cambiamento avviene all’interno di quel rapporto originario, a sua volta fonte di sanità psicologica, che è l’accettazione del padre.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.