BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

THE PRISONER/ Il remake de Il prigioniero che si prende troppo sul serio

Pubblicazione:

Jim Caviezel e Sir Ian McKellen, protagonisti di The Prisioner  Jim Caviezel e Sir Ian McKellen, protagonisti di The Prisioner

Insomma, il moderno “The prisoner” si prende troppo sul serio, un po’ come il suo protagonista. Il Numero 6 interpretato da Jim Caviezel (i più lo ricorderanno per avere interpretato Gesù nel “The passion” di Mel Gibson) non ha il carisma di Patrick McGoohan, cosicché il suo personaggio risulta spesso essere antipatico allo spettatore e, dato che è il protagonista, la cosa non è sicuramente un punto a suo favore.

 

A salvare in extremis “The prisoner” è sicuramente la sceneggiatura ben congegnata nel disseminare per le sei puntate indizi, dubbi e misteri, sciolgliendoli in maniera mai banale e con un finale più amaro di quello che ci saremmo aspettati.

 

Ma in fondo di questo remake avremmo fatto volentieri a meno. Il lavoro è generalmente apprezzabile (sicuramente meglio di quello che ci saremmo aspettati), tuttavia “The prisoner” non lascia il segno nello spettatore come faceva il suo predecessore. Si limita a catturarlo nei meandri di una storia senza però mai aggiungere altro che riesca a farlo riflettere in maniera inaspettata sulla sua condizione umana.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.