BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANDRA MONDAINI/ Battezzò la tv pubblica e quella commerciale: ci mancherà perché rimase sempre se stessa

Pubblicazione:

sandra-raimondoR375.jpg

E, naturalmente, Raimondo Vianello, con il quale ha costituito un inseparabili e irresistibile sodalizio professionale e personale. Se da sola aveva tenuto a battesimo insieme a pochi altri la tv di Stato, con il marito tenne a battesimo nel 1982 la tv commerciale, lasciando la Rai e approdando alla Fininvest con lo spettacolo “Attenti a quei due”. Così iniziò l’altra lunga e importante pagina della sua vita professionale, un periodo in cui sviluppò per la gioia dei bambini il personaggio del clown Sbirulino, ma soprattutto diede vita con il marito Raimondo alla più longeva sit-com della tv italiana: “Casa Vianello”: 16 serie con 364 episodi!


Un successo senza precedenti e senza cedimenti, che spinse la rete a inventarsi anche “Cascina Vianello” e poi “I misteri di casa Vianello”, nel quale i due si calarono nell’insolito ruolo di investigatori/umoristi. Forse il successo di Casa Vianello fu dovuto al fatto che la sit-com costituiva una paradossale, formidabile forma popolare di psicanalisi della famiglia media italiana, con i suoi tic, i suoi litigi con il condominio, i problemi con i figli, la gelosia per gli sguardi del marito alla cameriera procace.


Sandra e Raimondo sono passati dalla tv pubblica a quella commerciale, dalla pubblicità al teatro comico (come dimenticare infatti Carosello?), con la leggerezza di un coltello nel burro. Rimanendo sempre se stessi, vale a dire sempre fedeli alla loro dignità di attori rispettosi del proprio lavoro, di quello degli altri e soprattutto del pubblico.


Non faccio tempo a pensare che ci mancheranno tanto, insieme a tutti gli altri grandi personaggi della tv citati prima, che su una rete sedicente innovativa e brillante, compare un promo di un programma in cui alcuni volti televisivi, forse pensando di essere spiritosi, ripetono più volte che per loro quello sarà “un programma di merda”. Mi domando che avrebbe fatto Sandra di fronte a tanta innovativa ed elegante creatività. Credo nulla. Se non tirarsi la coperta sulla testa per non sentire, come faceva sempre alla fine di Casa Vianello.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.