BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cinema, Televisione e Media

TV/ Dai classici Dr. House e Grey’s Anatomy a nuovi Spartacus e Boardwalk Empire, ecco i telefilm di questo inizio 2011

Hugh Laurie, protagonista di Dr. House (Foto Ansa)Hugh Laurie, protagonista di Dr. House (Foto Ansa)

Per gli abbonati alla piattaforma Sky le novità non sono finite: da Spartacus, peplum digitale prodotto da Sam Raimi per gli amanti di 300 e del neo-imperialismo romano, a Call Me Fitz, commedia nera che vede il ritorno da protagonista di Jason Priestley (il Brandon Walsh di Beverly Hills) nei panni di un losco venditore d'auto; da Justified, thriller d'ambientazione western ispirato ai racconti di Elmore Leonard, a Misfits, geniale rilettura british della mitologia dei supereroi.

 

Più fiacca la programmazione del digitale terrestre, almeno per questo inizio d'anno, a esclusione di Undercovers, sfortunato action spionistico firmato da J.J.Abrams (Lost, Fringe) cancellato in USA dopo mezza stagione, e Sherlock, energica miniserie britannica che rilegge il mito dell'investigatore più famoso del mondo (gli inglesi regalano i prodotti migliori, come conferma anche Luther su FoxCrime).

 

Ce n'è per tutti i gusti, ma se volete uno spassionato consiglio non perdetevi la quinta e ultima stagione di The Wire su FX: la riprova che la buona televisione, anche se di finzione, ha la passione e lo spessore del miglior giornalismo d'inchiesta. Buona visione.

© Riproduzione Riservata.