BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SHOAH/ Tutti i programmi tv di Mediaset dedicati al Giorno della memoria stasera giovedì 27 gennaio 2011

Pubblicazione:

Ebrei arrestati nel ghetto di Varsavia  Ebrei arrestati nel ghetto di Varsavia

E appunto “La notte della memoria” è una lunga maratona di tre ore, un medley multimediale con testimonianze, documenti, musica, immagini di repertorio di quel 27 gennaio 1945, quando avvenne la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz. Si aprirono i cancelli e per la prima volta tutti vennero a conoscenza dell’orrore che aveva compiuto la dittatura nazista. Ne “La Notte della memoria” c’è sempre un filo conduttore. Si va dal 1945 ai giorni nostri. Si va dai ricordi di Nedo Fiano, un sopravvissuto ai campi di concentramento, alle prime immagini di Auchwitz, girate dal cameraman che seguiva le truppe sovietiche, dalle pagine dei diari dei deportati alla musica al “Prundibar”, l’opera di Hans Krasa per bambini, replicata 55 volte. L’ultima volta in un teatro vero e proprio, adatto alle riprese di una troupe cinematografica, mandata per l’occasione da Berlino, prima che tutti i protagonisti finissero nelle camere a gas di Auschwitz. Si va dai video realizzati dalle scuole italiane all’intervista a Rose Bach, regista del film “Vento di primavera”, che esce nelle sale proprio oggi e che racconta la strage di 13.000 ebrei nel 1942 a Parigi. Un modo quindi non solo di ricordare la Shoah, ma anche di insegnare il valore supremo della libertà, che il regima nazista aveva messo in secondo piano con la sua folle tirannia.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.