BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CINEMA/ Sfilata di star a Roma per Femmine contro Maschi, il nuovo film di Fausto Brizzi

Pubblicazione:

Claudio Bisio  Claudio Bisio

FEMMINE CONTRO MASCHI PRESENTATO A ROMA - Dopo il brillante successo di Maschi contro femmine (circa 15 milioni di euro d'incasso), Fausto Brizzi ha presentato alla stampa la seconda parte del dittico sullo scontro tra sessi, Femmine contro maschi, che uscirà venerdì 4 febbraio in circa 600 sale, distribuito da Medusa al contrario del precedente, “un po' per non scontentare nessuno – dichiara Federica Lucisano – un po' perchè Ficarra e Picone (tra gli attori del cast, N.d.R.) hanno un'esclusiva con Medusa”.

 


A presentare il film al cinema Adriano c'erano il regista Fausto Brizzi e l'enorme cast che da Claudio Bisio a Luciana Litizzetto passando per Emilio Solfrizzi garantirà altrettanto successo al 5° film di Brizzi: “In qualche modo per me è un film solo – esordisce il regista – perchè li ho costruiti e  girati assieme e faccio fatica a dividerli, ma so che sono due film completamente diversi”. Infatti, se il primo era più divertente e rocambolesco, questo – il cui punto di vista è più femminile – è più tenero e romantico, segno dell'evoluzione di Brizzi che di questo passo realizzerà “dei cartoni animati, fosse solo per non dover incastrare le agende di attori così impegnati”.
Dal doppio film esce l'immagine degli uomini con tutti i loro difetti, per loro come bandiere, che in sede di sceneggiatura Brizzi e gli altri due sceneggiatori uomini (Massimiliano Bruno e Marco Martani) hanno cercato di “occultare”, ma che grazie all'acume di Pulsatilla sono comunque venuti a galla.

 

Come nel film, anche durante la conferenza il rapporto conflittuale tra i due sessi è stato al centro del discorso: “Le donne vogliono sempre cambiare i propri uomini – riflette Emilio Solfrizzi – e forse in questo film non hanno torto, perché spesso i maschi sanno essere respingenti, anche se divertono”. Gli risponde Luciana Litizzetto: “Gli uomini però sono più sani perchè non si preoccupano dei difetti delle compagne, ma vivono la loro vita e le loro passioni, anche i loro bunga bunga – ché mica li fa solo il premier – mentre le donne vogliono tenere tutto insieme, tutto sotto controllo e alla fine danno i numeri”. E continua Litizzetto dichiarando di non sopportare la definizione di “donna con le palle” e di non aver mai provato l'invidia del pene, semmai nostalgia.



CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO SU FEMMINE CONTRO MASCHI



  PAG. SUCC. >