BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CINEMA 2011/ Da Hereafter ad Habemus Papam, passando per I Puffi, Thor e Dylan Dog: i migliori film del nuovo anno

Pubblicazione:

hereafterR400(1).jpg

 
The Tree of Life (Malick - maggio) -
Dal 1973 al 1998 aveva girato solo due film. L’indiscusso maestro Terence Malick sembra aver riscoperto una più prolifica vena creativa, ed è pronto ad offrirci la terza pellicola negli ultimi tredici anni, dopo La sottile linea rossa e The new world. Si chiama The Tree of Life, L’albero della vita, il suo quinto lungometraggio, con il quale, dopo un excursus agli albori della storia americana, il cineasta tornerà ad immergersi nella storia dei ruggenti anni ’50 statunitensi, come aveva già fatto ne La rabbia giovane. Protagonisti Sean Penn e Brad Pitt, nella storia di una famiglia che attraversa il corso di alcuni decenni di storia americana. Le indiscrezioni dal set parlano di un romanzo di formazione, che tratta delle illusioni e della speranza dell’età infantile a confronto con le amare consapevolezze degli anni della maturazione. Capolavoro in vista? Lo sapremo solo a fine maggio.

 

London Boulevard (Monahan - maggio) - Maggio potrebbe essere anche il mese buono per vedere dietro la macchina da presa il talentuoso William Monahan, uno dei più talentuosi scrittori della Hollywood degli ultimi anni. Nel suo carnet si annoverano pellicole come Le crociate e Nessuna verità, entrambi di Ridley Scott, ma soprattutto The departed, di Martin Scorsese, per il quale si è aggiudicato l’Oscar. Dirigerà una coppia niente male: lui è Colin Farrel, lei Keira Knightley. La storia è quella di un ex galeotto, Mitchell, costretto ad accettare il ruolo della guardia del corpo di una celebre star del cinema, Charlotte. Tra i due, in maniera del tutto inaspettata, nascerà l’amore.


CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

 

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >