BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SATIRA/ Napoli sommersa dai rifiuti? È l’ambiente adatto per i film “wastern”

Pubblicazione:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

“Napoli sommersa dai rifiuti? L’Unione europea ci mette in mora per la monnezza e sta per appiopparci una multa salata? E allora noi rispondiamo con tanta nettezza e altrettanta monnezza: da bravi italiani, pratici e creativi, trasformiamo questo problema in opportunità. Come si dice ‘immondizia’ in inglese? Waste. Bene, noi lanciamo un nuovo genere cinematografico: il film wastern. E abbiamo già pronti i primi titoli spazzatura”. Firmato: De Magistris e De Laurentis. È l’annuncio fatto in una conferenza stampa, a Napoli, dal sindaco Luigi De Magistris e dal grande produttore, nonché presidente del Napoli calcio, Aurelio De Laurentis (fosse una coppia di attaccanti della squadra partenopea, li avrebbero già soprannominati “De-Dè”!).

L’idea, a detta dei due propugnatori, è semplice quanto geniale. A Napoli il problema della monnezza è strutturale. Il sindaco ha raccontato che ha cercato di snapoletare (sarebbe l’equivalente in dialetto partenopeo del verbo “sbolognare”) i rifiuti in altre province, ma l’operazione è stata contrastata dalla Lega. “Ho proposto al ministro Calderoli - ha detto De Magistris - di far portare con un treno speciale, denominato per l’occasione FecciaRossa, immensi e innumerevoli carichi di immondizia nelle province di La Spezia, che avremmo d’ora in poi chiamato La Spazza, e di Urbino, che sarebbe diventata NettUrbino. Ma la risposta è stata un rifiuto secco (o umido, questo non l’ho capito, perché non sono un esperto di raccolta differenziata)”. Di fronte a questo no, il sindaco ha quindi parlato del problema con De Laurentis, che ha buttato lì con nonchalance: e perché non trasformiamo questo problema in business?

Detto fatto. Così è nata l’idea dei film wastern. Il primo passo lo ha compiuto proprio il sindaco. “Per girare questi film - ha raccontato in conferenza stampa - è necessario che la scenografia e l’ambientazione siano il più possibile verosimili. Per questo abbiamo istituito l’AMMUINA (Azienda Municipalizzata Monnezza Urbana che Invitiamo Nuovamente ad Ammassare). In questo modo, anziché il Grand Canyon, avremo come sfondo i Grand Camion che scaricano tonnellate di rifiuti organici e non in ogni angolo della città, così da farli diventare ambienti adatti per girare i nuovi film. Altro che Montagne Rocciose: grazie agli wastern Napoli avrà imponenti Montagne limacciose!”.

Ma l’intraprendenza del sindaco non si è fermata qui. “Abbiamo pensato di istituire un nuovo assessorato - ha aggiunto raggiante -: quello del Cinema in HD (cioè in Alta Decomposizione), che abbiamo affidato al dottor Fertilio De Compost, già ordinario di Tecniche di creazione e gestione dei biogas presso il CHEPUZ (Consorzio Honduregno per l’Estinzione dei Prodotti Umidi Zozzi) di Vallolezzo”.



  PAG. SUCC. >