BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

POMERIGGIO CINQUE/ La psicologa: "Sabrina Misseri sa ma non può parlare"

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

Al programma televisivo Pomeriggio Cinque oggi si è parlato del caso Sarah Scazzi, in concomitanza con l'apertura del processo che dovrà fare luce su uno dei casi più intricati che la cronaca recente ha sottoposto all'attenzione. Un uomo che continua a dirsi colpevole ma a cui gli inquirenti non credono tanto da averlio scarcerato (Michele Misseri); una ragazza, cugina della vittima che si dichiara innocente ma è accusata di omicidio (Sabrina Misseri) e la madre, Cosima, accusata di aver fatto da complice alla figlia. Il caso si prospetta dopo tante tempo così complesso che la stessa Corte di Cassazione ha espresso dubbi sulle accuse rivolte alle due accusate. A Pomerigio Cinque è stata invitata una psicologa specializzata in campo giuridico che tempo fa aveva fornito il suo parere da esperta sul profilo di Sabrina Misseri, parere che era stato richiesto dai suoi avvocati difensori. Ebbene secondo la dottoressa Cinzia Gimelli, Sabrina saprebbe cose importanti, ma non le può dire. Anche Cosima sa cose che non può dire, ha spiegato la psicologa, si tratta di cose che non riguardano se stessa o la sua famiglia. Sabrina invece sa cose che non vuole o non può dire. Per  la psicologa le indagini vanno allargate proprio perché secondo lei ci sarebbero altre persone coinvolte e queste persone potrebbero essere i veri colpevoli. Inoltre secondo la Gimelli le indagini non sono state portate avanti in modo corretto: la procura ha fatto delle trascrizioni delle intercettazioni telefoniche mentre altre fatte a persone che non sono, precisa la psicologa, Sabrina, Cosima e Michele sono state tralasciate. E' poi intervenuto l'ex fidanzata di Sabrina, quello per cui avrebbe provato attrazione anche Sarah provocando la gelosia della cugina, Andrea Merico. Il quale ha detto di non aver mai creduto alla colpevolezza di Sabrina e di considerarla innocente. Secondo il giovane una delle prime confessioni di Sabrina sarebbe quella più vicina alla realtà. Il vero colpevole, ha concluso, è Michele Misseri. Intanto tornando alla udienza processuale, si riprende lunedì alle ore 12 e 30.

 




  PAG. SUCC. >