BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LE IENE SHOW/ Enrico Lucci intervista gli indignados prima degli scontri

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

Va in onda domani sera, mercoledì 19 ottobre, alle 21.10, su Italia uno una nuova puntata de Le Iene Show condotto da Luca Argentero, Enrico Brignano e Ilary Blasi. Tra le tante vittime del programma, domani ci sarà la campionessa olimpionica, Federica Pellegrini. Che, di recente, è incorsa in una terrible gaffe. Ha, infatti, detto che avrebbe detto di no ad un’eventuale richiesta di portare la bandiera italiana e Londra 2012. Certo, è un grandissimo onore farsi portavoce della propria nazione all’estero. Tuttavia, «otto ore in piedi potrebbe stancare i muscoli delle gambe e le gare che dovrò affrontare sono molto ravvicinate», aveva dichiarato la nuotatrice, smentendo, quindi, una tale eventualità in vista delle prossime Olimpiadi. La sortita non è passata inosservata a non ha lasciatoa indifferenti il Moralizzatore e il Menestrello. Che, dopo averla attesa all’uscita dal centro sportivo di Verona, l’hanno inseguita per tutta la città. Con lo scopo di farle un predica ed ottenere il suo ravvedimento. Come al solito, non si sono fatti scrupoli a gettarla in una serie di situazioni imbarazzanti, senza darle tregua per tutta la giornata. Alla fine, la Pellegrini si è arresa. O quasi. Ha, infatti, promesso che porterà la bandiera alle prossime Olimpiadi, se glielo chiederanno. A patto, tuttavia, che le facciano fare solamente il giro di campo, senza farla stare altre ore in piedi. A pochi giorni dagli episodi di Roma, dove i black block hanno messo a ferro e fuoco la Città nel corso della manifestazione organizzata dagli indignados, le Iene mandano in onda un servizio su quegli avvenimenti. Enrico Lucci, domenica, si trovava proprio nel bel mezzo della manifestazione. E, a pochi minuti dal deflagrare dei tafferugli, ha intervistato alcuni dei ragazzi che gli hanno spiegato le ragioni della protesta. Giulio Golia, infine, documenterà il mercato nero che si è creato tra i cimiteri di Napoli. Mancano nicchie e nuove costruzioni per ospitare i corpi dei cari defunti. E così, per cifre che vanno dai 7 ai 13 mila euro, c’è chi ha messo in piedi un macabro business al quale fanno ricorso le persone che per i propri cari si ritrovano sprovvisti di tombe.



  PAG. SUCC. >