BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SUSAN SARANDON/ L'attrice in una intervista: Papa Ratzinger? E' un nazista

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Susan Sarandon (Foto Ansa)  Susan Sarandon (Foto Ansa)

Andiamo indietro nel tempo, ma solo di qualche giorno, in occasione della conferenza stampa di presentazione del Terra di Siena International Film Festival, del quale Susan Sarandon è stata testimonial: l’attrice ha parlato sì di cinema, ma anche di economia e di emancipazione femminile. Con  un vestito bianco e nero e un sorriso che non manca mai sul suo volto, la star ha parlato nell’esclusiva Villa Spalletti, dimora storica nel centro di Roma. «Per gli Usa siamo agli ultimi giorni dell’impero. Lo leggeremo presto sui giornali. Non ci sono più soldi per l’educazione e per le infrastrutture, il sistema economico sta collassando e gli Stati Uniti non possono continuare a vivere grazie al sostegno del debito da parte della Cina. Ci sono persone che stanno perdendo la casa. Io continuo a sperare che venga il meglio, ma ci credo poco. Stanno poi scomparendo anche i sindacati e la classe lavoratrice così sta perdendo sempre di più la sua rappresentanza», ha sottolineato l’attrice, che continua: «Oggi c’è sempre più una grossa differenza tra i ricchi e i poveri, mentre repubblicani e democratici tendono ad assomigliarsi troppo per essere davvero credibili. Credo insomma che ci dovrà essere prima o poi un cambiamento, ma non so se lo vedrò nella mia vita. Non credo poi che tutto questo possa essere cambiato dal basso. Chi ha il potere non lo lascia volentieri, ma ci sono cose, come Internet, da cui ci possiamo aspettare di più come è accaduto nel Midwest». L’attrice premio Oscar parla poi della situazione delle donne, riferendosi alla celebre pellicola “Thelma e Louise” del 1991 diretta da Ridley Scott: «Le donne non hanno molta scelta contro la violenza. Voleva essere solo un film per le donne, non un film sulla vendetta.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >