BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CHI L'HA VISTO?/ Il corpo senza nome e le novità su Melania e Yara

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto (Ansa)  Foto (Ansa)

La Sciarelli si domanda se non si tratti dell'ultima persona che l'ha sentita a telefono il giorno della scomparsa, un professore di matematica. Dopo che si è parlato dell'attrazione della ragazza nei confronti del paranormale e della possibilità che sia caduta vittima di una setta interviene telefonicamente la madre di un ragazzo scomparso che sottolinea le analogie del comportamento dei due ragazzi. Dopo aver ripreso il caso di Diego Dattolo, un uomo scomparso dopo aver a lungo mentito alla moglie, e quello di Michele Maprolla, un ragazzo di Vieste scomparso in circostanza sospette qualche mese prima che nascesse la figlia, vengono introdotte le novità sul caso di Yara Gambirasio. Le novità riguardano le fibre di tessuto ritrovate sul corpo della ragazza presumibilmente provenienti dalla coperta o dal tappeto, con cui la ragazza è stata avvolta durante il trasporto nel campo dove è stata ritrovata. Le fibre in questione sono di tessuto sintetico. Inoltre viene ripropostal'immagine del furgone bianco all'interno del quale si vede un letto da campeggio dal quale spunta una coperta rossa. Allargando l'inquadratura si vede che il furgone è parcheggiato nel cantiere di Mapello, luogo in cui i cani hanno segnalato la presenza di tracce della ragazza. All'ambiente del cantiere riportano anche altri elementi come la presunta arma del delitto, un taglierino e la polvere di calce rinvenuta sul corpo della ragazza. L'ultimo servizio, quello relativo alle storie del passato riguarda Sonia Marra, una studentessa di 25 anni, scomparsa da Perugia, per il cui omicidio e occultamento di cadavere è accusato un amico. Relativamente a questo caso si segnala l'incredibile scomparsa dei tabulati telefonici relativi ai giorni immediatamente precedenti alla scomparsa, e allo scarso interesse suscitato dal caso.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.