BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DRIVE/ Un "doppio" film sulle curve e gli imprevisti della vita

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Una scena del film Drive  Una scena del film Drive

Ma da qui il film sembra diventare un altro. Il regista Nicolas Winding Refn comincia a portare sangue e violenza in un cruento crescendo. Anche quando in un intenso rallenty arriva il suggello dell’unico bacio che il protagonista e Irene riescono a scambiarsi. Per l’autista arriva anche il momento di uccidere, quasi che si trasformi in un vendicatore “motorizzato”, come succede in Ghost Rider a Nicolas Cage (già visto peraltro all’opera in furti di macchine nel film Fuori in 60 secondi). Intensi i primi piani, specie nel duello finale, quasi come accadeva ai pistoleri di un classico western (meglio se con Clint Eastwood), dove spicca la bravura di Ryan Gosling.

Insomma, dimenticate le “americanate” alla The Fast and the Furious dove si vive la vita “un quarto di miglio alla volta” per cercare dieci secondi di libertà: qui si corre la gara della vita, dove non serve far fischiare gli pneumatici alla partenza, ma tenere la strada a ogni curva o tornante. E anche a Cannes se ne sono accorti…

 

(Giacomo Bandini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.