BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IN MEZZ’ORA/ Da Lucia Annunziata il contestato Marco Pannella “contro tutti”

Pubblicazione:

Marco Pannella (Foto Imagoeconomica)  Marco Pannella (Foto Imagoeconomica)

Tanti referendum sono stati portati avanti dai radicali e Berlusconi invece ne ha fatte saltare di proposte, oltre ad aver fatto fuori Emma Bonino per favorire Prodi. Per la presidenza della Repubblica, inoltre, il 66 per cento degli italiani voleva Emma Bonino, ma la Annunziata ricorda che il sistema di elezione del Presidente non avviene con il referendum e quindi quanto dice Pannella non si può accettare.
La giornalista, facendo notare che sono già al ventesimo minuto di trasmissione, ammette di aver firmato per Emma Bonino Presidente, ma dice anche che sapeva benissimo che si trattava di un qualcosa di extra presidenziale.
Sul processo breve cosa dicono i radicali? Hanno chiuso con la sinistra? No, sono quelli della sinistra che hanno chiuso con un’alternativa democratica. La strategia di D’Alema è infatti contro i radicali. Il PD quindi cosa ha fatto? Zero su tutte le questioni etiche, è quanto afferma Pannella, che ribadisce che Berlusconi fino al 1996 voleva il partito liberale, mentre nel 1996 è divenuto l’ultimo di loro, l’ultimo dei partitocrati.
E poi c’è il problema della moralità. Sono i problemi etici quelli che fuori Roma non sono negoziabili. Non si può far cambiare morale a qualcuno, ma si può solo scegliere chi ha una moralità politica e civile diversa dagli altri. Comunque, secondo Pannella, nemmeno il centro sinistra stesso sa che se ne è andato definitivamente dai radicali.
Lucia Annunziata ha trovato negli archivi un vecchio filmato di Celentano che afferma che Pannella è l’unico che può svolgere la funzione di spia del popolo e fa un appello alle famiglie italiane, a destinare almeno un componente della famiglia a votare per la lista Pannella.
La conduttrice dà dell’egocentrico a Pannella e poi chiede: ora che Celentano è diventato di sinistra, ha rispettato forse più del PD il percorso dei radicali? Pannella risponde che Celentano sa della politica quello che sanno gli italiani, che sono ingannati come quando andavano in Russia a morire assiderati, così oggi essi credono che i radicali abbiano sostenuto Berlusconi, ma è falso, e così anche Celentano sente quello che sentono gli altri, ed è convinto che i radicali siano sporchi traditori.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.