BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SUPER/ Il film sui "buchi neri" che aiutano a capire meglio gli eroi

Pubblicazione:

Una scena del film Super  Una scena del film Super

E in questo senso funziona bene che che per gran parte del film il coté eroico sia irriso: proprio perciò lascia perplessi un finale convenzionalmente spettacolare (come Kick-Ass, ma girato meno bene), in cui la violenza non è più disturbo mentale ma catarsi e dalla morte nasce un ritrovato bene, che sembra quasi negare l'interessante costruzione precedente.

Gunn adotta uno stile grezzo e sporco, fatto di macchina a mano, costumi casalinghi, trucchi artigianali e irresistibili, fondendo il gusto per un cinema cialtrone alla riflessione linguistica, ma fallisce nel momento in cui la sua parabola deve trovare un senso e riduce un film nero e cupo, molto duro a tratti, a semplice parodia. È un peccato, che però non rovina la sensazione di un film maturo e adulto che sa usare un immaginario forte e pre-costituito per rivelarne i buchi neri: esattamente come ha fatto con i protagonisti Rainn Wilson, noto attore di commedie e sitcom, ed Ellen Page, meglio nota come la leziosa Juno, presi e ribaltati, mostrati nella loro profonda, ma non per questo meno empatica, antipatia. Attraverso cui guardare i fumetti e i loro amanti con occhi un po' diversi.  



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.