BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GIALAPPA'S BAND/ Torna "Mai dire grande fratello" dal 31 ottobre su canale 5

Pubblicazione:

La Gialappa's Band  La Gialappa's Band

Puntuali come sempre, tornano i mitici Gialappa's Band, con la loro usuale satira su uno dei programmi più seguiti della televisione italiana, il Grande Fratello. Lo fanno con la loro presa in giro: Mai dire grande fratello, torna in onda tutti i lunedì a partire dal 31 ottobre su Canale 5. La Gialappa's Band è composta da Giorgio Gherarducci, Marco Santin e Carlo Taranto, tre cattivissimi comici che si apprestano a tornare a raccontare il Grande Fratello a modo loro. In passato avevano già preso di mira i protagonisti del reality, ribattezzando ad esempio Francesco Gajardelli in Medoman, Massimo Brozzi in Orsacchio, Mauro Marin che era diventato Il genio vestito da imbecille e poi il supermegagigolò Giuliano. Tra i presi di mira della nuova stagione ci sarà Luca Di Tolla, biologo marino appassionato di squali? Oppure il principe indiano Kiranc che parla con l'accento bergamasco? Magari sarà Floriana Messina, studentessa che cita Schopenauer. Naturalmente come sempre verranno mandati in onda filmati dei provini e delle selezioni  per questa edizione. La Gialappa's Band ha una lunghissima storia alle spalle. Esordiscono infatti commentando sulle frequenze della milanese Radio Popolare i mondiali di calcio del 1986. Il nome stesso prende nome da una pianta floreale messicana, la gialappa, che si usa per produrre un lassativo per cavalli: in quei mondiali infatti furono diversi i giocatori colpiti da problemi intestinali. Negli anni poi sono passati dalla radio alle televisione, sempre su Mediaset, unendo ai commenti stile demenziale delle partite di calcio, la satira ai più famosi show televisivi come appunto il Grande fratello. Si alternano così programmi come Mai dire banzai e Mai dire gol e tanti altiri. Un successo ventennale che non è mai venuto a mancare. La loro caratteristica è quella di apparire mai con i loro volti in televisione, ma solo le voci. Per questo si avvalgono in tv di presentatori. Hanno così portato alla notorietà una lunga fila di comici divenuti negli anni assai famosi.



  PAG. SUCC. >