BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

REPORT/ Come è andata a finire? La Gabanelli non si dimentica del decreto Abruzzo

Pubblicazione:

Una nuova puntata di Report con Milena Gabanelli  Una nuova puntata di Report con Milena Gabanelli

Dopo questo servizio, per la rubrica "C'è chi dice no", viene presentato il caso dei fratelli Doria, titolari di un'azienda produttrice di vongole che hanno subito un danno gravissimo alla produzione, del quale nessuno vuole assumersi le responsabilità. Come ci spiega Luigi Chianca, autore del servizio, il Consorzio Venezia nuova, un consorzio di imprese private, ma unico concessionario statale, da qualche anno si occupa, in via esclusiva, di dragare i canali di Venezia, per garantirne la navigabilità. Ad ottobre dell'anno scorso i fratelli Doria hanno perso l'ottanta per cento delle loro vongole e non sanno se le sopravvissute sono commestibili. In pratica durante alcune profonde operazioni di scavo fango e melma sono finiti nel vivaio uccidendo le vongole come certificato dall'asl chiamata dai fratelli Doria il giorno della moria. Rivoltisi al magistrato delle acque e non avendo avuto risposte, i fratelli hanno deciso, ormai da un anno, di sospendere la coltivazione in attesa di risposta. Il magistrato delle acque, sicuro che gli scavi nulla abbiano a che fare con la moria, ha mandato a fare i rilievi solo dopo quattro mesi dal fatto e dopo ripetuti solleciti da parte dei fratelli Doria. Il Magistrato delle acque oltre che ai fratelli Doria non risponde neanche all'Arpav e all'Asl che avevano richiesto un consulto. Si muove solo dopo una denuncia in procura e lo fa contestando la perizia dell'ingegnere sanitario Lino Natale Pavan che asserisce che gli scavi abbiano prodotto ammoniaca e solfuri micidiali per le vongole. In questa storia entra anche l'assessore leghista Malaspina che si schiera dalla parte degli allevatori e che viene espulso dal partito dopo qualche mese. Si scopre anche che la figlia del Giudice delle acque lavora per il consorzio. I fratelli Doria hanno fatto una denuncia penale opponendosi alla richiesta di archiviazione che dovrà essere analizzata da un giudice non ancora nominato.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.