BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LE IENE SHOW/ Anticipazione 2 novembre, i parlamentari e l'abolizione del vitalizio

Pubblicazione:

Enrico Lucci  Enrico Lucci

Nella puntata che andrà in onda domani mercoledì 2 novembre de Le Iene Show su Italia 1 alle ore 21 e 10, assisteremo a un servizio piuttosto particolare. Coinvolta la Iena Filippo Roma che si reca a intervistare diversi parlamentari. Argomento: le pensioni. La questione è: perché al cittadino normale per maturare il diritto alla pensione ci vogliono 35 anni mentre al parlamentare ne bastano cinque, di anni? C'è poi la differenza che per il lavoratore l'ammontare della pensione dipende dai contributi previdenziale che ha versato durante la sua vita professionale, mentre quella di un deputato dipende da quanto ha guadagnato al mese. Filippo Roma chiede dunque se i parlamentari sono disposti a rinunciare alla propria pensione. Ebbene, tutti si dichiarano favorevoli ad abolire il vitalizio parlamentare, come Barbato dell'Idv o De Girolamo del Pdl. Per il senatore De Gregorio del Pdl addirittura i vitalizi sono una cavolata. Con che faccia ci presentiamo ai cittadini per riformare le pensioni e poi noi chiediamo il vitalizio? Per Castelli della Lega Nord sarebbe giusto prendere la pensione in base ai contributi versati: cambiare la legge dipende dai parlamentari. L'onorevole Buttiglione dice che i parlamentari devono essere trattati come tutti gli altri cittadini. Per l'onorevole Scilipoti invece non è vero che i parlamentari prendano la pensione dopo solo cinque anni, mentre l'onorevole Pescante del Pdl difende il diritto di avere la pensione dopo cinque anni. Le altre anticipazioni della puntata che andrà in onda domani sera: Nadia Toffa si occupa dei pacchetti "timeshare" che promettono guadagni per chi decide di aderire comprando una “quota” di circa 8 mila euro. La Iena si reca a una di queste convention: viene bloccata all'ingresso e nella concitazione cade riportando una prognosi d dieci giorni di ricovero. Matteo Vivivani va invece a intervistare Renzo Bossi figlio del senatùr famoso per gli errori di grammatica che fa quando parla. Verrà sottoposto a una intervista infarcita di errori per vedere se se ne accorge. 



  PAG. SUCC. >