BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SFOOTING / N.S.P.Q.R., ovvero Non Sanno Perdere Questi Romani!

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Il Colosseo  Il Colosseo

Si è altresì venuti a conoscenza anche di alcune regole base del calcio romano. Lo IUS PRIMAE NOCTIS, per esempio, designava il diritto per la squadra campione in carica di disputare la prima partita del torneo successivo in casa e in notturna (oggi diremmo posticipo serale). Il RIGOR MORTIS, invece, era il calcio di rigore che, se assegnato nei tempi supplementari, sanciva l’immediata conclusione della partita (una sorta di antesignano “golden goal”). Con l’espressione DULCIS IN FUNDO si intendeva il goal vincente segnato in zona Cesarini; TERTIUM NON DATUR era l’invito dell’allenatore a non dare mai la palla al terzino marcato stretto;AD PERSONAM indicava la marcatura a uomo; ALEA IACTA EST (il dado è tratto) altro non sarebbe stato che l'annuncio della conclusione del sorteggio per l'accoppiamento delle squadre che si accingevano alla contesa di un trofeo di arpastum. 
E se la rimessa laterale (IN MEDIO NON STAT STOMACI CONATUS) poteva essere effettuata anche con i piedi, esisteva già una sorta di favoritismo nei confronti di due squadre “straniere” che riuscivano a ottenere un maggior numero di rigori: quelli elargiti alla squadra di Mediolanum con le casacche azzurre e nere venivano soprannominati AD INTERIM, mentre PRO JUVENTUTE  erano quelli assegnati a un’altra compagine, che arrivava da Taurinum, identificata con alcune strisce verticali alternate rigorosamente in bianco e nero.

Il calcio, comunque, faceva impazzire plebei, patrizi e senatori Romani. Tutti partecipavano a un gioco, denominato IN HOC SIGNO VINCES, in cui chi indovinava i risultati delle 13 partite riportate su una schedina di marmo vinceva una palata di sesterzi d’oro. Ma tra i tifosi, che non esitavano ad accapigliarsi tra di loro, spopolava, ogni lunedì sera, “REPETITA IUVANT”: era la moviola dell’epoca, inventata da un tal Aldus Cardus Cardus (oggi diremmo Aldo Bis-Cardi).



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.