BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VOYAGER/ Frankenstein, Marco Polo e i Giganti: ecco i misteri di Roberto Giacobbo

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Roberto Giacobbo  Roberto Giacobbo

IL SOGNO DI COSTANTINO 

Nella battaglia di Ponte Milvio, Costantino fa un sogno: "in hoc signo vinces". Le parole, suggerite in sogno all'imperatore, erano quelle di Gesù che lo esortava ad apporre un segno cristiano sui suoi scudi per vincere la battaglia. Proprio in quel luogo, egli ha probabilmente fatto erigere un monumento, datato 4 secolo d.C. Molti pensano però che il sogno sia il materializzarsi, durante la notte, di una sua impressione: che convertirsi al cristianesimo fosse la giusta strada verso la vittoria. 

LA LEGIONE PERDUTA 

Continuando a parlare di battaglie misteriose, il caso dibattuto è la battaglia di Harzer, tra Germani e Romani, di cui esistono pochi reperti. Fu una delle più gravi disfatte della storia Romana, con tutte le legioni annientate fino all'ultimo uomo. Tutti pensano che, dopo di allora, Roma non si sia più addentrata in territorio Germanico. Ma con i resti della battaglia di Harzer, è cambiato lo scenario, facendo pensare che vi siano state altre battaglie. 

CINA: I ROMANI PRIMA DI MARCO POLO? 

Come è possibile che esista una città Cinese chiamata Roma? Probabilmente, dopo la battaglia tra Romani e Parti a Carre, finita con una disfatta dell'esercito di Crasso, i Romani si spinsero più ad Est, fondando una città Romana: li jien. Proprio qui, nel cuore della Cina, esistono tracce di cavalieri della Roma antica in alcuni monumenti. Inoltre, alcune analisi del Dna sui cittadini, mostrano matrici europee nel 47 per cento dei casi.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.