BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DON MATTEO 8/ La doppia vita di Marieta e il dramma della prostituzione

Pubblicazione:

Don Matteo 8  Don Matteo 8

Don Matteo 8: puntata del 10 Novembre 2011 - Primo episodio - La puntata di oggi di “ Don Matteo 8 ”, vede le imprese di quest’ultimo, i suoi due “aiutanti”, il sagrestano Pippo, e la perpetua Natalina, e della giovane sedicenne Laura, impegnati con la crescita della piccola Ester, la quale è rimasta con loro e non è più stata data in adozione grazie proprio al Prete. Tutto il gruppo si trova con molta dolcezza ad accudirla, anzi, la bimba fa addirittura scattare dei piccoli episodi di gelosia sui tutti, che vogliono essere " i preferiti ", a turno, della bambina. Dopo tanti anni, vengono da lontano Suor Matilde e la sua consorella, zia del capitano dei carabinieri di Gubbio, Giulio Tommasi, che sarà trascinato proprio dalle due simpatiche vecchiette ad assistere alle messe mattutine celebrate da Don Matteo.
Il primo caso riguarda Marieta, cameriera slovena, trovata morta da Sara, una delle sue colleghe, dentro un albergo. Nel grembiule della vittima viene trovato un bigliettino da visita dello studio legale di Riccardo Vasta. Viene portato in caserma proprio l’avvocato, che dopo alcuni giorni, si sarebbe dovuto sposare con la bella Sonia, che crea collezioni di vestiti per bambini, e che è inoltre a capo di un’associazione che aiuta le donne in difficoltà. Viene trovata una registrazione nel cellulare dell’avvocato, dove si capisce che quest’ultimo ha avuto una relazione con la cameriera Marieta.
Nel suo grembiule vengono trovati anche dei soldi, senza capire se le erano stati dati per qualche prestazione, oppure se lui glieli avesse dati prima dell’omicidio per comprarsi il suo silenzio, non creando problemi per il matrimonio. Sonia ne viene a conoscenza, e il suo sogno di matrimonio che attendeva da tanto, viene distrutto. Si viene a scoprire in seguito che la cameriera Marieta, durante le sue prestazioni, si faceva chiamare Maya, proprio come il nome di una collezione di vestiti per bambini che aveva creato Sonia. 
Loro due si conoscevano già da prima: erano infatti amiche. Giorgia spiega a Don Matteo che lei e Maya provenivano dalla Slovenia, che lavoravano insieme come prostitute, ma che era un segreto che lei ha sempre custodito fino ad ora, non parlandone in alcun modo con nessuno, per non rendere noto il suo passato, della quale si vergogna. Sonia, così, finisce sotto indagine.
Un altro sospettato, è l’ex capo-protettore delle una volta prostitute. Continuano, frattanto, le simpatiche vicende delle zie del capitano Tommasi, che combinano disastri, attirando l’attenzione del loro nipote e degli altri Carabinieri, impegnati a "badare" alle simpatiche vecchine. Questa volta sono scappate dal loro convento, per sfuggire alla Madre Superiora, che vuole metterle in una casa di riposo, contro la loro volontà.
Il maresciallo Cecchini, all’insaputa del capitano dei Carabinieri, le aiuta, offrendo loro un posto dove stare, gli procura anche del cibo. Dopo una denuncia da parte della Madre Superiora, il capitano scopre il loro nascondiglio alla fine le aiuta, facendole tornare in convento, senza lasciare che vengano portate in ospizio. Il mistero sul caso della cameriera, ex prostituta, continua. Anna, amica e collaboratrice di Sonia, va a parlare con la polizia, autoaccusandosi, per salvare la sua amica Sonia ed evitarle la prigione. Proseguono le ricerche delle colleghe della scomparsa cameriera Marieta. Il caso viene risolto da Don Matteo.



  PAG. SUCC. >