BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CHI L'HA VISTO?/ La madre di Elisa Claps e il destino di Salvatore Parolisi, ma non solo...

Pubblicazione:

Federica Sciarelli, conduttrice di Chi l'ha visto?  Federica Sciarelli, conduttrice di Chi l'ha visto?

Chi l'ha visto? - La condanna di Danilo Restivo, l'attesa per importanti decisioni sul caso Rea, le bugie del marito di Lucia Manca e le novità sul caso di Yara Gambirasio: questi i temi della puntata odierna di Chi l'ha visto? Un lungo applauso saluta la madre di Elisa Claps in collegamento da Potenza con il fratello della ragazza Gildo. Si è appena concluso il processo per l'omicidio della ragazza con una condanna di 30 anni a carico di Danilo Restivo. La madre, sostenuta da Federica Sciarelli, chiede che dopo la condanna di Danilo si faccia chiarezza sull'intera vicenda, In particolare la madre di Elisa chiede che si sveli chi sapeva e non ha parlato, specie tra gli uomini di Chiesa. Viene mostrata per la prima volta un documento del 2010 in cui viene chiesto di prorogare le intercettazioni telefoniche sulle utenze di alcune persone. Oltre l'utenza dell'amica Eliana, vengono intercettate tra le altre le utenze del sacerdote brasiliano che ha ritrovato il cadavere, della donna delle pulizie della Chiesa della Trinità, di Don Superbo, Arcivescovo di Potenza e di Don Pierluigi Vignola, il parroco che sostituiva Don Mimi e che ha rapporti con un tale Viscardi un pregiudicato. 
Don Pierluigi celebrò la Messa nella Chiesa della SS Trinità proprio il giorno stesso della scomparsa di Elisa, ma che ha sempre negato, contro ogni evidenza, di aver saputo della scomparsa della ragazza quando a Potenza non si parlava d'altro. Addirittura afferma di non averne parlato neanche con la sorella con la quale viveva, che pure era stata molestata da Danilo e aveva testimoniato al processo che lo vedeva imputato di falsa testimonianza. Federica Sciarelli racconta della testimonianza di un ex agente del Sisde che affermerebbe che nel 1997 era stata fatta un'informativa nella quale veniva esplicitamente accusato Danilo Restivo dell'omicidio e si affermava che il cadavere era occultato nella Chiesa.
La fonte di questa informativa sarebbe proprio Don Pierluigi. L'informativa è scomparsa. Gli inviati della trasmissione non riescono a trovare il prete, scoprendo poi che è stato trasferito in una località lontana da Potenza. Su questo prete aleggia una storia inquietante, tempo fa una donna di Potenza aveva subito pesanti molestie telefoniche da un'utenza appartenente al prete. La conduttrice ci fa ascoltare anche delle intercettazioni tra il padre di Danilo Restivo e la sorella relative alla prima perizia sul cadavere di Elisa e quella tra lo stesso e il suo avvocato dopo il primo interrogatorio con il magistrato Felicia Genovese subito dopo la scomparsa di Elisa, nella quale l'uomo sottolinea la gentilezza del magistrato, del quale è stato ritrovato il numero su un post-it in casa Restivo.



  PAG. SUCC. >