BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DOMENICA IN L’ARENA/ Il più grande spettacolo dopo il week-end e il Grande Fratello: il confronto di Giletti

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

In questa puntata di Domenica In L'Arena, Massimo Giletti discute con i propri ospiti del grande successo di ascolti della trasmissione di Lunedì scorso di Fiorello. La trasmissione che ha fatto il 40% di share ha battuto il Grande Fratello, soprattutto ha sottratto a Canale 5 il pubblico più giovane dai 15 ai 24 anni. In studio Maria Giovanna Maglie, Mara Venier, Cristiano Malgioglio, Marco Mangiarotti e Gianni Ippoliti. Massimo Giletti manda in onda un servizio in cui mostra i suoi tentativi di portare ai ragazzi partecipanti alla nuova edizione del Grande Fratello la notizia dell'enorme successo di ascolti di Fiorello. Dal momento che entrare negli studi di Cinecittà gli è praticamente impossibile, decide di volare con un piccolo aereoplano su Cinecittà con un lungo striscione. Il secondo argomento con cui Giletti oggi parla con i suoi ospiti è il delitto di Avetrana, poiché domani è un giorno importante per Sabrina e Michele. L'avvocato Galoppa ha seguito tutta la fase cruciale in cui Michele Misseri ha cambiato la sua versione e viene chiamato a dare la sua testimonianza. Si insinua il dubbio che Misseri potesse aver preso un sonnifero, e per questo potesse aver dimenticato la dinamica dei fatti. Viene mostrato un video con il primo incontro con la figlia Valentina in carcere. Nel dialogo tra i due emerge che Sabrina stava nascondendo qualcosa, perché il padre chiede per quale motivo non parlasse e che lui avesse ben chiaro il fatto di voler uscire dal carcere al più presto. Maria Corbi, de La Stampa afferma che c'è una doppia lettura delle intercettazioni, è stata data una diversa lettura da parte della difesa durante l'incidente probatorio. Si mostra ancora il video in cui Michele parla con la figlia Valentina, dicendosi disperato perchè non viene creduto dagli inquirenti. Viene messo l'accento da Giletti sull'attenzione che bisogna prestare al linguaggio del corpo. Anche il gip nell'ultimo provvedimento dà molta importanza alla gestualità.

In studio vi sono Vittoriana Labate giornalista di Porta a Porta, Armando Amendolito legale di Misseri. In collegamento l'avvocato Franco De Jacopo, legale di Cosima Serrano, il quale dice che in questa vicenda c'è un uomo che in una reazione istintuale ha commesso qualcosa che lui stesso non poteva prevedere. Carlo Bollino direttore della Gazzetta del Mezzogiorno, dice che Michele non è stato in grado di fornire dei riscontri ai fatti, non ha saputo dire come è avvenuta la fase dell'omicidio. Durante il dibattito viene mostrata a più riprese l'intervista rilasciata ad Ilenia Pietracalvina da Michele, il quale dice che Galoppa gli avrebbe impedito di continuare a prendere farmaci, e di essere molto arrabbiato con lui, di voler parlare con lui a quattrocchi in tribunale ma di non avere allo stato attuale niente da dichiarare. La confessione deve trovare dei riscontri, sottolinea Galoppa in studio. Klaus David dice a quest'ultimo che la sua gestione ipermediatica del caso forse gli si è ritorta contro. Galoppa risponde di aver avuto solo un ruolo nel far capire a Misseri che doveva esserci un riscontro alle sue affermazioni. Pietracalvina chiede come mai non è stata trovata nessuna traccia di sangue. Michele dice che nessuno ha pulito. Secondo il Gup comunque Cosima e Sabrina sono colpevoli del fatto che erano a conoscenza ma non hanno parlato, sono accusate di concorrenza in soppressione di cadavere.

 

 



  PAG. SUCC. >