BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

POMERIGGIO CINQUE/ Nella giornata contro la violenza sulle donne si parla di Yara e Melania Rea

Pubblicazione:

Barbara D'Urso, ex conduttrice del Grande Fratello  Barbara D'Urso, ex conduttrice del Grande Fratello

E' il momento di parlare di lotta alla violenza sulle donne: quest'anno, come spiega Barbara, sono state uccise 100 donne. Un servizio di Rossella Russo, parla di alcune vittime di questa strage continua. Accanto a casi eclatanti avvolti nel mistero, vi sono altri in cui gli assassini confessano: a loro è dedicata una carrellata di immagini. Tornati in studio, Barbara, molto legata da anni a questo tema, ha alcuni ospiti in studio: si tratta della signora Camilla, Leonardo e Giovanna, le cui figlie sono state vittima di assassini. Daniela Santanchè, Paola de Micheli del PD e Marco Meloni sono presenti per un dibattito su questo tema. La d'Urso comincia leggendo una lettera pervenuta in studio: è una figlia disperata, che giorno per giorno vede la mamma picchiata e che non è in grado di reagire. 
La prima a parlare in studio è la signora Camilla, madre di Anna Rosa. Essa spiega tutte le fasi del "baratro" che ha portato all'uccisione di sua figlia. In un sottile gioco psicologico, l'omicida teneva sotto scacco sua figlia, vittima di molte violenze. Per evitare che essa andasse via di casa, l'uomo la privava di tutte le cose necessarie per vivere, e lo stesso faceva con il figlio avuto assieme. Dopo varie peripezie, non digerendo il fatto che il bambino avuta con Anna Rosa fosse stato affidato alla nonna, il ragazzo massacra con 18 coltellate la donna. Inoltre, il marito "orco", prima di commettere quest'omicidio, aveva persino minacciato la suocera di morte, non rispettando gli arresti domiciliari impostigli dopo una denuncia per stalking. La Santanchè parla delle nuove leggi sullo "stalking", spiegando che, allo stato attuale, quell'uomo sarebbe stato subito arrestato. Il vero problema, dice l'ex ministro, sono i magistrati, i quali non si immedesimano in alcun modo nelle vittime. 
A seguire, un servizio dell'omicidio di Simona, figlia di Leonardo e Giovanna, uccisa con un colpo di pistola dall'ex(un Carabiniere) e gettata poi in un fiume. Il giudice, in questo caso, ha chiesto l'ergastolo per l'uomo. Paola de Micheli del PD, spiega come a maggior ragione, i rappresentanti delle forze dell'ordine debbano essere puniti per i loro reati. 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >