BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

I MENU’ DI BENEDETTA/ Ricette invernali per un caldo abbraccio a tavola e il piatto di Natale 2011. Ambra Angiolini ospite. (Video)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Un caldo e gustoso dolce  Un caldo e gustoso dolce

I Menù di Benedetta, ricette invernali e il piatto di Natale 2011. I menù di Benedetta nella puntata di oggi, in onda su La7, ha proposto ricette sostanziose, per rinforzarsi e ricevere “un caldo” abbraccio a tavola, visto che l’inverno è in arrivo e le temperature sono decisamente scese. Il primo piatto sono le girandole ripiene di pasta frolla, che si possono servire in tavola come semplice antipasto o magari in alternativa allo stesso primo, qualora non si abbia troppa fame. Come prima cosa Benedetta prende della pasta sfoglia, la stende e la ricopre di formaggio spalmabile. Taglia poi una zucchina a fette sottili, così che si possano piegare, e le mette tutte sopra lo strato di formaggio, aggiungendo poi anche delle fette di pancetta sottili. Adesso non resta altro da fare che arrotolare la sfoglia ormai ripiena, gettare una spruzzata di farina, e tagliare il tutto a fettine. Queste poi le mette su di un velo di carta da forno poggiata su una teglia. L'ultimo tocco è una spennellata di uovo sbattuto in una ciotola. In forno infine bastano 10 minuti di cottura e il gioco è fatto. Arriva intanto Ambra, che bussa alla porta della casa di Benedetta, e con lei la Parodi preparerà il ciambellone con le noci. Ambra però preferisce non intervenire ai fornelli e decide così di dire a Benedetta Parodi le quantità per gli ingredienti. La conduttrice versa in una ciotola 3 bicchieri di farina integrale, 2 bicchieri di zucchero, e rompe in un'altra ciotola 3 uova e le mescola a 1 bicchiere di latte, e infine montano il tutto. Mentre Benedetta taglia le pere, Ambra versa mezzo bicchiere d'olio nella ciotola con la farina e lo zucchero, dove poi versa anche le uova e il latte montato insieme poi alle pere, alle gocce di cioccolato, delle noci schiacciate con un bicchiere e una bustina di lievito per dolci. Preparano poi la teglia per ciambelle, imburrandola e infarinandola. Ci versano poi l'intero impasto, mettendo il tutto in forno per 40 minuti a 180°. La Parodi inizia poi a preparare la tavola, creando delle tovagliette alquanto particolari da poggiare sotto i piatti, decorati con cuori di stoffa incollati con il vinavil. Le bottiglie messe in tavola invece sono coperte quasi del tutto da dei piccoli scaldamuscoli, così da dare proprio la sensazione del calore, dato il tema del menù. Decora infine la parte alta del copritorta con dei ponpon attaccati con lo scotch bioadesivo. Il prossimo piatto sono le tasche di lonza ripiene. Benedetta inizia affettando una cipolla, e ne versa metà in padella con un po' d'olio, uno spicchio d'aglio schiacciato e due o tre acciughe. Per ovviare al forte odore di crauti che si sprigiona di solito in cucina, Benedetta dice che è possibile comprarli già pronti. Inizia così a tagliare il cavolo a pezzetti e li versa in padella, facendo mescolare il tutto così da far insaporire i crauti. Aggiunge poi un goccio di vino e del sale, anche se, in alternativa al vino, è possibile mettere dell'aceto. Lascia tutto a cuocere e si occupa della lonza. Taglia delle fette molto spesse e pratica al loro interno un taglio, creando così una sorta di tasca. L'importante è non bucarla da parte a parte. Riempie poi le tasche con il crauti che aveva già pronto (dato che deve essere lasciato raffreddare un po'), e vi aggiunge anche qualche dadino di scamorza. Chiude poi il tutto con uno stuzzicadente. Una volta terminata la preparazione, mette le tasche in padella con un po' d'olio, e le fa rosolare bene su entrambi i lati, aggiungendo anche un po' di sale, 1 bicchiere di vino, del pepe e un po' di rosmarino. Dopo 10 minuti di cottura il piatto è finalmente pronto per essere servito in tavola. Il piatto seguente è la zuppa di cipolle. Si inizia con 50 gr di burro e un goccio d'olio in padella, e subito dopo Benedetta affetta mezzo chilo di cipolle, che poi versa in padella, e lascia rosolare il tutto lentamente, facendo attenzione a non far bruciare le cipolle. Dunque è meglio tenere il fuoco lento per circa mezz'ora. Aggiunge poi al tutto due cucchiai di farina, 1 litro d'acqua calda con il dado granulare versato all'interno. Lascia di nuovo il tutto a cuocere e infine lo versa in delle piccole ciotole da mettere nel forno, con pane e groviera all'interno, per 20 minuti. Va poi a completare la decorazione della tavola, con l'esperto che decide di infilare dei bicchieri sottili in due grossi gomitoli, dove poi infilano dei garofani. Tornata poi al forno porta la zuppa, ormai cotta, in tavola. (continua alla pagina seguente)



  PAG. SUCC. >