BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

I MENU’ DI BENEDETTA/ Ricette emiliane con Bruno Barbieri da Masterchef. E i piatti di Natale 2011 (video)

Pubblicazione:

Un secondo  Un secondo

I menù di Benedetta, le ricette emiliani e i piatti per Natale 2011 – I menù  di Benedetta, in onda oggi su La 7, ha presentato le ricette emiliano, un menù ricco e dai sapori gustosi. Il primo piatto sono i pisarei al fasò. Come prima cosa affetta una cipolla e la versa in padella con un goccio d'olio e una scatoletta di pancetta dolce. Aggiunge poi una lattina intera di fagioli borlotti, del sugo rosso (circa 350 ml), un po' di sale e un pizzico di zucchero. In una ciotola poi mette 4 cucchiai di pan grattato e 6 di farina, del sale e dell'acqua calda, tanto quanto basta per creare l'impasto. Il tutto viene mescolato con le mani, e dall'impasto finale vengono tagliati dei piccoli pezzetti, che sono proprio i pisarei. Li versa in una pentola piena d'acqua e li lascia lì per un po', giusto il tempo di farli bollire. Versa poi il tutto in un'altra pentola con il sugo e il gioco è fatto. Arriva intanto Bruno Barbieri, cuoco, giudice del programma "Masterchef". Insieme a lui Benedetta prepara delle polpette con frutta secca in fonduta di gorgonzola. La prima cosa da fare è la fonduta. Bruno prende una pentolino e ci versa 200 gr di panna circa, 2 pezzi di gorgonzola, una foglia di alloro, un pizzico di sale e fa sciogliere bene il tutto. Bruno si mette poi a sbucciare le patate e le taglia a pezzi. Mette in un pentolino un po' di burro, un goccio d'olio e lascia il tutto a cuocere. Intanto la fonduta è quasi pronta e la mettono da parte. Versano poi gli spinaci nel pentolino con il burro, e poi dispongono su tre piatti diversi dei pistacchi, delle nocciole e della mandorle. Tritano gli spinaci bolliti e li versano nella ciotola con le patate insieme anche a un albume. Mescolano il tutto, insieme anche a un pizzico di sale e a un pizzico di vino bianco. Prendono poi l'impasto e ne fanno delle polpette, che vengono poi intinte nella frutta secca preparata in precedenza. Mettono poi un altro po' di burro in padella, insieme a un goccio d'olio, e lasciano cuocere le polpette. Bruno poi suggerisce un trucco per evitare che i piatti serviti in tavola facciano rumore. Stropiccia della carta da forno e la poggia sul sotto piatto, così che, una volta poggiato il piatto sopra, non si sente alcun rumore, ma si dà l'effetto di una nuvola. In questo piatto poi versano la fonduta e ci poggiano sopra alcune polpette con un filo d'olio e del pepe, e così è pronto per essere mangiato anche il secondo piatto del giorno. Il prossimo piatto è lo gnocco fritto, e Benedetta inizia col versare 200 gr di farina in una ciotola, con 20 gr di strutto sciolto, un po' di zucchero, una bustina di lievito di birra granulare, un po' di sale e acqua quanto basta per creare un impasto. Lavora la pasta con le mani per 10 minuti e poi lo lascia a riposare per 30 minuti in una ciotola con sopra un canovaccio. Nel frattempo la Parodi va a preparare la tavola. Dopo aver sistemato piatti, bicchieri e posate, tutto in blu, sistema dei tovaglioli a forma di tortellino. Decora poi la grattugia con delle perline blu attaccate con dello scotch bioadesivo. Aggiunge poi un cartoncino alla grattugia, con su scritto il nome degli invitati, e ne fa quindi dei segnaposti. Il lievito intanto è cresciuto, e dopo averlo infarinato lo stende con un mattarello, senza però assottigliarlo troppo. Ne ritaglia dei rombi e li versa in padella con dell'olio già a temperatura. Li lascia dorare un po' e poi li mette in un vassoio ricoperto di carta da forno. Li sistema poi tutti insieme a dei salumi e li porta a tavola. Arriva poi il momento del dolce, la torta di riso. (continua alla pagina seguente)



  PAG. SUCC. >