BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LA RAGAZZA AMERICANA/ Anticipazioni, Samanta Piccinetti: "rivaleggio in amore con Vanessa Hessler" (esclusiva)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Samanta Piccinetti  Samanta Piccinetti

Qualche storia nel proseguio di “Un posto al sole”? Quella della presenza dei “Neomelodici”, che a Napoli sono dei cantanti di cui il principale rappresentante, tanto per intenderci è Gigi D’Alessio.. Ci sarà Andrea che sarà legato a  questa corrente di neomelodici che riguarderà il figlio del portiere della sua agenzia. Cercherà di aiutarlo E anche Arianna sarà coinvolta in tutto questo.

“Un posto al sole” ha una popolarità indiscussa. Quali sono per te invece i motivi del suo successo?

Perché è una storia che parla d’amore, di vita quotidiana, di temi sociali, di camorra anche. Mi rendo conto di questa popolarità che ha “Un posto il sole”, andando in giro per strada quando la gente mi ferma  e si congratula con me.

Secondo te c’è differenza tra recitare in una soap- opera e in una fiction?

No non cambia tanto. Più o meno si recita in tempi ristretti sia nelle fiction che nelle soap opera, per questioni anche di soldi. L’attore che recita in questa o in quella espressione recitativa non trova molta differenza a svolgere il suo lavoro. 

Progetti e sogni. In futuro cosa c’è per Samanta Piccinetti?

Tanti in realtà. Per esempio quello di finire i miei studi, la mia laurea in archeologia. Di fare cinema, riprendere il teatro, magari di provare ad andare in altre nazioni a fare questo lavoro.

L’America?

No non mi piace, non è il mio ideale, troppo lontana, troppo questa vita da star che impone il cinema americano, dove tutto è spinto fino all’eccesso più estremo. Forse poi c’è anche una ragione particolare quella di non stare troppo lontana da mia sorellina, molto più giovane di me. Le sono molto legata e ogni tanto voglio rivederla.

Altre nazioni?

Ho sempre amato i film di Truffaut, di Godard. “Effetto notte di “Truffaut in particolare. Mi piacerebbe andare a Parigi, provare un’esperienza artistica in questa città. In Francia poi lo stato aiuta fino in fondo il cinema, c’è il tentativo di favorire questa arte espressiva.

 

(Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.