BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LA RAGAZZA AMERICANA/ Il castello magico nel borgo in toscana e una storia che si tinge di giallo…

Pubblicazione:

Samanta Piccinetti è Nilde in "La ragazza americana"  Samanta Piccinetti è Nilde in "La ragazza americana"

La ragazza americana, la trama e la storia della prima puntata - Su Raiuno, questa sera, ha preso il via la fiction tv "La Ragazza americana", ecco cosa è successo. Una ragazza americana, una studentessa di Louisville, si laurea in Italiano, il suo nome è Susan Henderson interpretata da Vanessa Hessler. Lo stesso giorno viene contattata da un notaio di Arezzo perchè suo nonno Anselmo Foschi è morto, lasciandole un'eredità. La ragazza ha sempre desiderato conoscere meglio la storia della sua famiglia, sua nonna aveva, infatti, sposato un duca italiano, ma il matrimonio era durato poco ed aveva fatto ritorno nel Kentucky. Lei non aveva mai conosciuto la famiglia di suo nonno ed era cresciuta con la nonna materna perché aveva perso anche la madre molto presto. La ragazza vuole approfittare di questa occasione per recarsi in Italia, è stato sempre un suo sogno conoscere la Toscana. Dopo un lungo viaggio in aereo la ragazza affitta una macchina per recarsi ad Arezzo, lungo la strada viene colta da un colpo di sonno, ed esce fuori strada, ma miracolosamente illesa. Viene prontamente soccorsa dal console americano che fa in modo che giunga sana e salva al suo albergo. 
Il giorno dopo Susan si reca dal notaio per la lettura del testamento. Il nonno le ha lasciato in eredità un castello con annesso borgo. Susan emozionantissima va subito a vedere di cosa si tratti. Giunta al borgo parla con alcuni degli abitanti, già con l'idea di trasformarlo in un albergo. Un pescatore le dice che nel castello ci sono dei fantasmi. Qui incontra un bellissimo ragazzo, di nome Vasco che si occupa dei cavalli e vive lì. Gli abitanti del borgo non vogliono che il borgo sia trasformato in albergo. Bice, la governante del duca Foschi, la accoglie in casa e le racconta che il duca aveva un accordo verbale con i borghigiani. La gente aveva ristrutturato con il proprio lavoro il borgo e, quindi, in parte si ritenevano proprietari. La nonna le aveva parlato molto dell'Italia, ma molto poco del nonno, quasi ce l'avesse con lui in maniera imperdonabile. 
La ragazza si stabilisce nel castello con Bice, e decide di dormire nella stanza del nonno. Durante la notte, però, sente degli strani rumori, e quando per un attimo manca anche la luce si spaventa davvero. La mattina dopo Susan viene svegliata dalle voci degli abitanti del borgo che protestano sotto la sua finestra. Si reca, allora, da un avvocato di Arezzo, consigliatole da Bice, che la rassicura: il suo consiglio e' di vendere, perchè i borghigiani potrebbero far ricorso all'usucapione. Il fidanzato di Susan è avvocato e dall'America le consiglia di non affidarsi all'avvocato italiano. I borghigiani, invece, si fanno seguire da un'avvocatessa, Nilde che ha una relazione con Vasco. 
Susan torna a casa con grande difficoltà perché i borghigiani le fanno dei problemi anche per parcheggiare l'auto. La ragazza non è convinta di voler vendere e cerca le carte del nonno, perchè vorrebbe ricostruire la storia della sua famiglia. Anche Vasco vuole ricostruire il suo passato, perchè non conosce molto della sua famiglia d'origine, in quanto è stato adottatao dall'uomo che faceva lo stalliere al castello. Intanto Susan cerca in ogni angolo del castello qualcosa che le possa essere utile nella sua controversia con i borghigiani. 
Finalmente in una stanza trova una foto di sua nonna, e in un'altra salendo una scala a chiocciola in una parte remota del castello, trova un diario. Le scene di interni del castello sono veramente molto belle e rendono l'idea di un ambientazione che un tempo doveva essere stata maestosa ed oggi è in rovina. Quasi tutte le stanze sono affrescate e decorate. Mentre Susan ricerca le tracce del suo passato e dei segreti che si celano dietro il silenzio di Bice, lei la controlla e si accorge del fatto che la ragazza ha preso il diario. Susan, per non farsi scoprire, si getta dalla finestra in mezzo alle balle di fieno, proprio accanto alla porta di Vasco. Lui la soccorre e la fa entrare in casa sua. I due si avvicinano molto, ma proprio in quel momento sopraggiunge Nilde. 
Susan ha trovato nel diario un riferimento al ponte della Buriana, che si trova a pochi chilometri dal borgo. Qui i paesaggi scelti dalla regia sono incantevoli. La fotografia e le luci sono eccellenti. Il ponte della Buriana è quello raffigurato sullo sfondo della Gioconda di Leonardo da Vinci. Qui vi è una vecchia magnolia, descritta nel diario trovato da Susan, che la ragazza vuole vedere di persona. Bice, nascosta tra i cespugli la segue e la osserva mentre legge il diario. Susan è molto delusa perché non riesce a trovare risposte alle sue domande. Quando rientra a casa trova i borghigiani riuniti per accordarsi contro di lei, non c'è però Bice ad accoglierla. L'avvocato Baruccini le telefona, ma Susan non accetta di essere seguita da lui e prende tempo. In realtà Bice è proprio lì, e i due sono d'accordo. 



  PAG. SUCC. >