BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VOYAGER/ Il Big One e il caso del santone Prahlad Jani

Pubblicazione:

Il santone indiano Prahlad Jani  Il santone indiano Prahlad Jani

Voyager - Stasera a Voyager si parlerà del Big one il grande terremoto atteso in California, di un santone che dichiara di vivere da settant'anni senza bere e mangiare e del nazismo, da cosa è scaturita quella terribile idea e come hanno fatto i capi nazisti a sottrarsi alla giustizia? Prima di introdurre i temi caldi i consueti appuntamenti con le dieci domande, stasera rivolte a Lorella Cuccarini, e con le news. Tra le news quelle relative allo smantellamento dell'ultima bomba atomica, quella del ritrovamento del diario di Bram Stoken, l'autore del conte Dracula, gli studi dei ricercatori francesi sulla pietra del sole, finora ritenuta una leggenda, che permetteva ai Vichinghi di orientarsi e la teoria di un ricercatore che ritiene possibile riprogrammare in vitro le cellule vecchie in modo da combattere gli effetti dell'invecchiamento. 
La prima indagine è quello relativo al terremoto che a breve si prevede debba colpire la California entro il 2038: il Big one un terremoto di magnitudo pari o superiore a 7.8 il cui epicentro sarà la baia di Sant'Andrea. Si prevede che questo terremoto provocherà 1800 morti, 53000 feriti e danni per 213 miliardi di dollari. I mesi successivi saranno caratterizzati da numerose scosse di assestamento e lunghi periodi di assenza di luce ed acqua. Quello che preoccupa è la presenza di due centrali nucleari lungo la costa californiana che rievocano sinistramente quanto accaduto in Giappone l'anno scorso.
La California, proprio per la presenza della faglia di Sant'Andrea che rappresenta una frattura di 1287 metri tra la placca Nord americana e quella pacifica, è da sempre soggetta a terribili terremoti, come quello del 1906, al quale il Big one dovrebbe assomigliare. Dal 2007 un gruppo di ricercatori cerca di studiare, tra l'altro, la frequenza dei terremoti per poter prevedere quando avverrà il prossimo. I risultati della ricerca, pubblicati sulla prestigiosa rivista Nature, evidenziano come la faglia, sotto la pressione dell'oceano, avrebbe dovuto subire uno spostamento che non è avvenuto.
Questo porterebbe ad un surplus di energia che quando si sprigionerà sarà terribile. Il terremoto dovrebbe far spostare la faglia di ben 10 metri, basti pensare che il terribile terremoto del 1906 spostò la faglia di 6 metri per capire l'entità di questo terremoto. Si prevede che il terremoto colpirà il sud della California poiché questa zona è indenne da terremoti di forte entità da quasi 300 anni. Ci si chiede quale possano essere le conseguenze di un terremoto di questa entità sulle centrali nucleari presenti sulla costa.
I costruttori e i gestori di queste centrali asseriscono che sono state progettate e costruite seguendo tutti i crismi di sicurezza sia nei confronti di terremoti che di tsunami. Nessuno può prevedere il terremoto, ma in California si è pronti ad affrontarlo partendo dal pressuposto che il ritorno alla normalità sarà tanto più rapido quanto più si sarà preparati. Così oltre ai corsi di sicurezza, in California si è ben pronti per allestire rapidi ed efficienti soccorsi. Molti cittadini, inoltre, posseggono un macchinario, prodotto e commercializzato in California, che captando delle onde magnetiche, avvisa con un allarme sonoro l'arrivo di una scossa di forte entià con circa 40 secondi di anticipo. 
La seconda indagine di Voyager riguarda il santone indiano Prahlad Jani, un ottantaduenne che dichiara di non mangiare da 70 anni. Quest'uomo sostiene di nutrirsi solo grazie alla meditazione e ad un'antica tecnica yoga. Il digiuno prolungato è, come ci racconta Peter Marshall, uno degli obiettivi dell'alchimia. Del resto, ribadisce lo scrittore, tutti abbiamo doti incredibili che alcuni indiani hanno sviluppato in maniera particolare. Nella storia non abbiamo però esempi di digiuno così lunghi, o comunque totali. Infatti un uomo senza bere non potrebbe sopravvivere oltre i 7 giorni, così come senza urinare, bastano infatti 6 o 7 giorni per provocare danni irreversibili ai reni che conducono alla morte. Quest'uomo invece racconta di aver avuto in dono da una divinità indù la capacità di vivere solo grazie agli elementi vitali presenti nell'universo.
L'uomo è stato ricoverato per 10 giorni, monitorato continuamente e controllato da una telecamera e da un uomo della sicurezza che hanno garantito che l'uomo non abbia nè mangiato, nè bevuto per 10 giorni. Tutte le analisi effettuate hanno dimostrato che l'uomo è perfettamente sano e che alcuni parametri del suo organismo siano addirittura uguali a quelli di un venticinquenne. L'ultima indagine riguarda il nazismo e la capacità dei nazisti di sfuggire alla giustizia, il che ha rafforzato l'idea di un complotto internazionale che porterebbe a tutt'oggi il nazismo ad essere un potere occulto che continua a dominare il mondo.
L'indagine parte dal ritrovamento dei cadaveri di Hitler e della sua amante, Eva Brown, nel bunker di Berlino: erano davvero loro? I cadaveri di fatto non erano riconoscibili, tanto che lo stesso Stalin sollevò dubbi sulla loro identità arrivando ad accusare gli inglesi di coprire la fuga di Hitler. Alcune caratteristiche dei resti, come i frammenti di calotta cranica che lasciano credere si trattasse di un cranio senza capelli e cervello, avvalorerebbero questa ipotesi. Del resto esiste un dossier della FBI che parla dei progetti di fuga di Hitler in Argentina, luogo in cui, grazie alla connivenza dello stato, molti nazisti si rifugiarono. Il servizio prosegue con il racconto della fuga di Mengele, il medico nazista ossessionato dai gemelli, che dopo varie vicissitudini, sarebbe giunto ai confini del Brasile, in un tranquillo paesino Candido Godoi.



  PAG. SUCC. >