BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DOMENICA IN: L'ARENA/ Le pensioni di politici e operai tra tagli e privilegi sono al centro del dibattito

Pubblicazione:

Massimo Giletti  Massimo Giletti

Domenica In, l’Arena: 11 dicembre 2011 - Argomento generale della puntata de "L'Arena" del 11 dicembre parla della manovra Monti ed in particolare chi va ad intaccare e chi invece è privilegiato.
Primo argomento trattato sono le lacrime della ministro Fornero e di come subito Maurizio Crozza e molti altri hanno subito fatto satira ed ironia. Giletti chiede agl'ospiti in studio, in particolare all'onorevole Melani cosa ne pensa di quelle lacrime, stessa domanda la pone a Flavio Tosi, sindaco di Verona. L'onorevole Melandri crede che siano state lacrime sincere mentre il sindaco Tosi non si espone sulla sincerità o meno del pianto ma afferma che una persona in quella posizione dovrebbe riuscire a dire le cose seriamente e senza farsi sopraffare dai propri sentimenti. In studio nasce un dibattito perché alcuni ospiti iniziano a supporre che siano state delle lacrime dovute al fatto che la ministro stava chiedendo un sacrificio che molto probabilmente non avrebbe avuto nessun corrispettivo. L'onorevole Crosetto del PDL prende la parola per spiegare alcune affermazioni e alcuni articoli riportati su varie testate negli ultimi giorni, cioè quelle relative ai tagli ai parlamentari. Giletti interrompe l'onorevole dicendo che ci sono stati alcuni parlamentari che hanno affermato che con i tagli non potranno più fare la spesa e che questi tagli sono istigazione al suicidio, così il presentatore mostra una tabella che illustra le paghe di onorevoli italiani ed europei, gli onorevoli italiani sono i più pagati.
L'onorevole Crosetto conferma la veridicità dei numeri e spiega ogni voce della paga parlamentare. L'onorevole Melandri afferma che chiaramente bisogna adeguare le indennità dei parlamentari italiani a quelli del resto d'Europa e spiega che molte spese che compaiono nella paga degli onorevoli italiani in altri paesi sono gestiti in maniera diretta dalle istituzioni e non dai politici. Ad un certo punto prende la parola una donna dal pubblico e pone delle critiche contro i politici e le auto blu generalizzando e Giletti la interrompe bruscamente perché non d'accordo con le generalizzazioni e la mancanza di rispetto nei confronti della politica. Tosi afferma che lui percepisce circa quattromila euro al mese e con questa cifra si vive bene ed inoltre afferma che un suo consigliere comunale, che vuole rimanere anonimo, ha presentato una lettera alla regione in cui afferma che dal suo stipendio rinuncia a mille euro e li lascia alla regione per utilizzarli in altre voci, quindi se i parlamentari volessero si potrebbero trovare strade alternative per effettuare le dovute riduzioni ai propri stipendi ed aiutare l'Italia. 



  PAG. SUCC. >