BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DISTRETTO DI POLIZIA 11/ Riassunto puntata 11 dicembre 2011: la strana richiesta di Valentina. per Corallo è la fine?

Pubblicazione:

Andrea Renzi è Leonardo Brandi  Andrea Renzi è Leonardo Brandi

Distretto di polizia 11, riassunto puntata 11 dicembre 2011.  Distretto di Polizia 11, in onda su Canale 5, ha regalato un altro appassionante episodio, ricco di colpi di scenaLeo si sveglia con Valentina che vorrebbe dirgli qualcosa, ma lui è ancora insonnolito. Valentina vorrebbe comprare un maneggio Al distretto il signor Talentino denuncia la scomparsa della fidanzata Lara, una ragazza precisa che lo avrebbe avvisato se ci fosse stato un contrattempo. L'ispettore Pietro e Brenta vanno con il ragazzo a fare un'ispezione a casa della ragazza e scoprono che manca la sua giacca e le sue scarpe da montagna. Il ragazzo continua ad essere convinto che non sarebbe andata da sola. C'è una segnalazione che posiziona la ragazza nei pressi di un sentiero. Mentre studiano la mappa per verificare gli spostamenti della ragazza arriva la telefonata che avvisa del ritrovamento del cadavere. La ragazza è morta per una frattura dell'osso temporale, ma la morte non è stata immediata. Il barista di Fusini che l'ha vista per ultimo afferma che la ragazza era da sola, ma la ragazza non guidava e il primo pullman per Fusini partiva alle 9 e 15 e la ragazza era stata vista prima delle 9.

Intanto Corallo è ancora imprigionato nella trappola per animali.

Al distretto si indaga sul flusso di denaro che ha consentito a Martini di aprire il club e si scopre un grosso movimento di denaro proveniente da una banca monegasca e da una di San Marino. Escludendo la possibilità di verificare il conto monegasco si cerca a San Marino per trovare il finanziatore di Martini.

Valentina e Leo parlano dell'opportunità che Valentina acquisti il maneggio e Leo le consiglia di iniziare a lavorarvi per farsi un'idea di come sia il lavoro in una struttura di quel genere. Leo sta scherzando, ma Valentina decide di iniziare davvero.

Da un nuovo sopralluogo nella casa di Lara si scopre che manca la sua bisaccia che viene ritrovata nella baracca di Primo Garlei il proprietario di una fungaia ossessionato dai ladri che entrerebbero nella sua fungaia. Durante l'interrogatorio l'uomo inveisce contro i ladri, ma non risponde alle domande.

Arriva l'autopsia nella quale c'è scritto che Lara era incinta di tre mesi, ma il fidanzato non lo sapeva.

Intanto l'indagine sui finanziamenti a Martini portano in Germania alla Finstrade la finanziaria con cui ha a che fare Corallo, l'Appia sport village di fatto appartiene a Corallo. Leo va ad arrestare Martini per riciclaggio. La sera stessa l'avvocato dell'uomo fa sapere a Leo che il suo cliente vorrebbe parlargli. Arriva l'ex moglie di Leo che vorrebbe avere 500 euro in più al mese perché è stata licenziata.

Pietro ha ritrovato uno scontrino nella bisaccia della ragazza e da questo scontrino si evince che la ragazza non era da sola durante la gita.

Martini confessa che Corallo ha un documento falso a nome di Marco Costa. La cameriera del bar che ha emesso lo scontrino ricorda Lara e chi la accompagnava, è il suo fidanzato che però nega di essere stato con lei quella mattina. Valentina sta lavorando al maneggio come artiere e la sua amica Martina è andata a trovarla e pensa che sia impazzita. Barbara sta facendo ricerche per scoprire l'eventuale passaggio di Marco Costa negli aeroporti ma non trova niente. Arriva Pietro che vorrebbe parlarle, ma lei non vuole.

Li interrompe Brenta: I periti hanno scoperto che Talentino ha tenuto il computer acceso dalla mattina fino alla sera e ha anche fatto una partita a scacchi. Brenta ha scoperto anche che il ragazzo stava per partire perché aveva vinto una borsa di studio. Pietro scopre che il ragazzo aveva già prenotato la stanza in Inghilterra e che il progetto per cui aveva vinto la borsa di studio era un progetto informatico su un programma che consente di far girare un programma di gioco anche in assenza dell'utente. Il ragazzo messo alle strette confessa che Lara non voleva che lui partisse, ma che non l'ha uccisa, si sarebbe trattato di un incidente e lui non l'ha soccorsa solo perché spaventato. Ma il fatto che il ragazzo avesse fatto girare il programma tutto il giorno facendo credere che lui fosse al computer sembra essere proprio fatto ad hoc per crearsi un alibi. Il ragazzo nega affermando che doveva farlo girare per testarlo.

Anita convince Otello che deve cambiare il suo atteggiamento nei confronti del gemello Ottavio, consentendogli di essere più autonomo. Ottavio arriva al distretto con dei fiori per Anita e le dice che sta lavorando in un posto pieno di fiori e lo dice con gioia. (Continua alla pagina seguente)



  PAG. SUCC. >