BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PREFERISCO IL PARADISO/ Anticipazioni: Gigi Proietti torna nei panni di san Filippo Neri. 12 dicembre 2011, Rai Uno

Pubblicazione:

Gigi Proietti nella parte di San Filippo Neri  Gigi Proietti nella parte di San Filippo Neri

Preferisco il Paradiso. Anticipazioni: Gigi Proietti torna nei panni di san Filippo Neri. 12 dicembre 2011, 21.10 Rai Uno - Gigi Proietti torna stasera nel prime time di Rai Uno, protagonista della fiction Preferisco il Paradiso, che racconta vita e opere di San Filippo Neri. La miniserie è andata in onda per la prima volta nel settembre del 2010 ottenendo grande successo negli ascolti tv: la prima puntata aveva conquistato 6.345.000 telespettatori, con il 23,88% di share. Sarà ancora un successo per il giullare di Dio interpretato dal grande Gigi Proietti?
San Filippo Neri nacque a Firenze nel 1515, ma trascorse poi gran parte della sua vita a Roma. Un santo davvero particolare, soprannominato non a caso Il santo della gioia, il giullare di Dio, il secondo apostolo di Roma, Pippo il buono, che svolse una missione davvero speciale e rivoluzionaria per i tempi.
La fiction inizia in medias res: Filippo Neri, già in età adulta e ordinato sacerdote, è sul punto di imbarcarsi da Roma per le Indie con i missionari di Ignazio di Loyola. Quando arriva, però, l’imbarco è già avvenuto e per lui non c’è più posto. Mentre cammina triste per le vie della Città Santa si imbatte in una banda di trovatelli che sta aggredendo un uomo e interviene per allontanarli. L’uomo in cambio lo invita a casa propria e gli offre di diventare precettore per suo figlio Michele. Filippo accetta e gli viene affidata anche la piccola Ippolita. Ma un giorno mentre è in giro per Roma incontra di nuovo la banda dei trovatelli, con a capo un piccolo delinquente che si fa chiamare Mezzapagnotta. Questo incontro è decisivo per la propria vocazione: Filippo Neri decide di dedicare la propria vita ai trovatelli organizzando vicino a un nosocomio per poveri, un oratorio dedicato alla preghiera e alla catechesi.
Una missione che si viene a collocare in un momento molto delicato per la Storia della Chiesa: intanto si stava svolgendo il Concilio di Trento, dopo la rottura con il protestantesimo, e iniziava la Controriforma. San Filippo Neri metteva in pratica l’insegnamento cristiano nella vita di tutti i giorni, facendo accostare i più piccoli alla liturgia, anche attraverso il gioco e il canto, in una forma, quella dell’Oratorio, che veniva incontro alle loro diverse esigenze, offriva un luogo di crescita formativa.



  PAG. SUCC. >