BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TUTTI PAZZI PER AMORE 3/ Anticipazioni puntata 18 dicembre 2011: a Natale grossi guai. Riassunto 13 dicembre

Pubblicazione:

Emilio Solfrizzi e Antonia Liskova  Emilio Solfrizzi e Antonia Liskova

Tutti pazzi per amore 3, anticipazioni puntata 18 dicembre 2011 e riassunto 18 dicembre. Tutti pazzi per amore 3 regalerà un Natale movimentato nella casa di Laura e Paolo; grossi guai in arrivo, ma prima delle anticipazioni dei prossimi episodi, il riassunto della puntata andata in onda della fiction di Rai Uno. Episodio venerdì 23 dicembre: Paolo e Laura stanno cercando di baciarsi sotto il vischio in cucina quando irrompono le zie e Nina. Quest'ultima afferma di non sopportare il Natale. Laura è preoccupata, rimpiange la bambina bionda che è stata Nina prima di trasformarsi in emo. Intanto Emanuele non riesce a contenere la sua gelosia al pensiero che Viola trascorra la notte al museo per riprendere e commentare Jean Cloud che dorme in una teca.

Cristina è pronta per il suo primo giorno di lavoro da meccanico, ma quando si reca in officina il suo datore di lavoro la mette a lavare il pavimento, mettere in ordine gli attrezzi e la manda a prendere il caffè al bar.

Monica aspetta con ansia una telefonata di Giampaolo che non arriva. Alla redazione di Tu donna la situazione è tragica: Maya per sopportare la sua astinenza da sesso si è imbottita di psicofarmaci, Monica non riesce a pensare ad altro che a Giampaolo, Laura ha continue visioni di Nina bionda in tutù, Nel frattempo sulla rivista incombe il rischio di chiusura a causa delle scarse vendite.

Eva ha preso una sbandata per Claudia, la madre di Viola e Raul, Paolo inconsapevole la manda a consegnarle una composizione floreale. Roberta, la fidanzata di Eva, sospetta che ci sia qualcosa che non va e si reca al vivaio, sfogando i suoi sospetti su Paolo.

Giulio e Stefania programmano la loro vigilia di Natale senza bambini che porteranno a cena da Laura e Paolo, lei compra un diserbante per intossicarlo, lui si documenta sugli incidenti domestici.

La giornata al lavoro di Cristina è finita, lei ha deciso di non arrendersi, nonostante la diffidenza mostrata dal suo datore di lavoro. Nel darle appuntamento all'indomani lui la stupisce promettendole che le farà mettere le mani su un motore.

Emanuele non riesce a non pensare a Viola e Jean Cloud, ma Claudia lo convince che Viola ama solo lui, così lui per farsi perdonare la sua gelosia va al museo a portarle una coperta e un cuscino.

Quando Laura torna a casa e trova Nina davanti alla porta con il suo amico emo che commentano l'inutilità delle feste, non riesce a trattenersi dal manifestare tutta la sua disapprovazione per come è diventata la figlia con il risultato che l'amico va via e Nina corre a rifugiarsi in camera.

Laura e Paolo parlano e lei capisce di aver sbagliato così davanti alla porta chiusa della stanza di Nina le spiega il suo stato d'animo e riesce a strapparle un sorriso.

Monica è a casa, ha spento il telefono e si è convinta che la parte dell'amante non fa per lei, così quando Giampaolo bussa alla porta prima gliela sbatte in faccia, poi lo fa entrare e lo assale accusandolo di non averle fatto neanche una telefonata o mandato un sms durante l'intera giornata. Giampaolo le assicura di averle mandato 15 messaggi, ma lei non gli crede. Quando riaccende il telefono i messaggi arrivano tutti insieme, compreso quello in cui Giampaolo le scrive che non vuole vivere così ha deciso lascerà Elisa.

Eva è convinta che Roberta non ci sarà alla cena della vigilia a casa di Laura, ma le giunge una telefonata in cui la ragazza le dice di essersi liberata per stare con lei.

Venerdì 24 dicembre: Paolo si sveglia di soprassalto, ha avuto un incubo: la cena della vigilia si è trasformata in tragedia.

Laura lo rassicura ha preparato un piano di lavoro preciso per arrivare a sera senza ansia.

Francesca va a salutare Viola ed Emanuele perché trascorrerà Natale con i suoi, con un pretesto va in bagno e sottrae un reggiseno di Viola.

Arriva Monica ad aiutarla, tutta trasognata per come si sono messe le cose con Giampaolo. Mentre stanno cucinando arriva Elisa che si dice dispiaciuta di trascorrere il Natale solo con Giampaolo, davanti al suo sguardo e ai commenti delle zie Laura non può fare a meno di invitarla. Cominciano gli imprevisti: distratta da Elisa, Laura non si accorge che il pasticcio brucia, in preda all'ansia al pensiero che Elisa e Giampaolo saranno a cena con loro Monica condisce gli scampi con il detersivo.

Laura conta sulle colleghe perché le portino altro pesce, ma loro arrivano con un tacchino e con Maya intontita dagli psicofarmaci che distrugge le luci di Natale.

Poi Rosa e Monica vanno via, Maya si chiude in camera di Nina per collegarsi via Skype con il suo fidanzato. Senza accorgersene fa uscire il gatto che si mangia il salmone in crosta.

Dalla tintoria telefonano per avvisare che hanno perso il vestito di Laura.

Laura vorrebbe almeno fare un bagno, ma arriva Giulio con le gemelle che hanno vomitato e si chiude in bagno. Laura a questo punto è disperata, ma arriva Claudia che le consiglia di ordinare cena e vestito usando la carta di credito.

Tutto è in ordine e cominciano ad arrivare i primi ospiti. L'atmosfera è rilassata se non fosse per i continui sguardi infuocati che Eva lancia a Claudia, per la tensione di Emanuele che si è vestito elegante per non sfigurare nei confronti di Jean Cloud e di Monica che deve ascoltare Elisa che non la smette di starle attaccata.

Intanto Giulio e Stefania si apprestano a cenare, lei le ha appena servito il polpettone avvelenato quando lui la invita ad accendere la lampada che va in corto circuito. Lei capisce che voleva fulminarlo, lui che lei voleva avvelenarlo, comincia così una lite furiosa con tanto di lancio di piatti e di coltelli.

A casa di Laura, Eva non riesce più a resistere alla presenza di Claudia ed inventa un pretesto per andar via seguita a ruota da Roberta che ha capito tutto.

Mentre gli ospiti salutano arriva una telefonata di Stefania che chiede aiuto, raggiunta da Giulio la donna esce di casa e crolla a terra, immediatamente imitata dal marito. (continua alla pagina seguente)



  PAG. SUCC. >