BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

METEO/ Ecco il nuovo sito di previsioni del Colonnello Giuliacci

Pubblicazione:

Mario Giuliacci (Foto Imagoeconomica)  Mario Giuliacci (Foto Imagoeconomica)

Nasce oggi il nuovo sito dedicato al meteo di Mario Giuliacci, noto meteorologo e climatologo che per anni ha annunciato e illustrato le previsioni del tempo ai telespettatori italiani. Il sito, http://www.meteogiuliacci.it/, nasce dalla collaborazione tra il Colonnello e bemils srl per cercare di fornire a tutti gli utenti un nuovo e innovativo portale per conoscere le previsioni del tempo, temperature e qualunque altro minuzioso dettaglio meteorologico, il tutto descritto in modo serio ma anche semplice e estremamente intuitivo. Il volto di Mario Giuliacci è ormai noto a tutti: nato nel 1940 a Città della Pieve, in provincia di Perugia, si è laureato in fisica a Roma ed è poi entrato nell’Aeronautica Militare. Dal 1983 al 1990 ha diretto con il grado di Colonnello il Centro Meteorologico di Milano Linate, il principale ente meteorologico dell’A.M. nel Nord Italia. Prima di dedicarsi a questo sito ha svolto e svolge tuttora diversi incarichi di docenza universitaria, mentre dal 1992 al 2010 ha curato la rubrica del tempo sul Corriere della Sera e la Gazzetta dello Sport. Lo stesso Giuliacci ha attivato il Centro Epson Meteo e dal 1995 al 2010 è andato in onda sulle reti Mediaset per le previsioni del tempo. Come detto, il nuovo sito nasce in collaborazione con bemils Srl, nome noto nel mondo software e web di Milano: entrata sul mercato con un sistema di biglietteria, attualmente in uso in Grecia, Egitto, Qatar e Cipro, si afferma successivamente con un sistema per la gestione di portali, e-commerce e applicazioni avanzate basate sul web. Negli ultimi anni, prima di dedicarsi a Meteo Giuliacci, ha sviluppato un sistema per la gestione della consulenza finanziaria del settore. Meteo Giuliacci si basa come qualsiasi altro servizio di previsioni su un modello fisico-matematico a scala locale, in cui l’output del modello produce la massa dei dati che compaiono sulle mappe. Spesso però la tecnologia può non bastare, perché il tempo atmosferico può essere non di rado influenzato da fattori che sfuggirebbero anche alla più avanzata tecnologia del settore.



  PAG. SUCC. >