BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DON MATTEO 8/ "Tradimenti", il dramma di Carmine e Luca tra alcolismo e violenza

Pubblicazione:

Don Matteo 8  Don Matteo 8

Al bar ci sono dei problemi con Carmine, che è ubriaco e vuole ancora bere. Don Matteo cerca di farlo ragionare e con lui si scusa il figlio dell'uomo, Luca. Quando rientrano a casa, Carmine dice al figlio di colpirlo, di dargli un pugno e continua a ripetere che la vita è dura. Poi si sdraia sul divano e sembra addormentarsi.
Patrizia, la figlia di Nino, non vuole più sposarsi con il capitano Giulio e dice alla mamma di non spedire più le partecipazioni. Anche il futuro sposo conferma che il matrimonio non si farà più e non vuole lasciarsi convincere da Nino che vorrebbe invece che i due si riappacificassero. Mentre i due discutono proprio di questo, arriva una telefonata che avverte del ritrovamento di una ragazza nel bosco. La ragazza si chiama Chiara ed è stata gravemente ferita dopo un tentativo di violenza.
Nino torna ancora da Giulio, ma quest'ultimo gli ribadisce che non deve immischiarsi in questa storia, perché tra lui e Patrizia è davvero tutto finito.
Laura dovrebbe andare a una festa con il suo ragazzo, però preferisce restare a casa per badare alla piccola Ester.
Luca, il figlio di Carmine, chiama Don Matteo per chiedergli aiuto. Quest'ultimo scopre così che ad aggredire la ragazza nel bosco è stato proprio Carmine. Luca è dispiaciuto, l'unica cosa che voleva fare era aiutare suo padre e non voleva mettersi nei guai.
Nino fa le parole crociate e vede intanto il capitano Giulio che fa qualcosa di strano in casa, con un cappellino di carta da muratore in testa. Così gli piomba letteralmente in casa e continua a parlare di sua figlia Patrizia. Giulio pensa che forse ha ragione sua madre perché tra lui e Patrizia probabilmente c'è troppa differenza di età. Ma Nino gli ribadisce che il sogno di Patrizia è quello di restare a Gubbio e di farsi una famiglia con lui.
Ed effettivamente Patrizia è un po' incerta sull'andare o meno a fare un colloquio per un lavoro a Roma. Sa che sentirebbe la mancanza di Giulio.
Don Matteo intanto è in ospedale con Luca e gli comunica che suo padre è stato operato e sta bene. Il padre di Chiara dice che Carmine meritava di morire e dice a Don Matteo che era meglio lasciarlo lì nel bosco. Ma Don Matteo non riesce a capire perché Chiara si sia lasciata convincere ad andare in quel bosco con Carmine. Secondo lui aveva un appuntamento con qualcuno. Nel frattempo Don Matteo si accorge che Giulio e Patrizia sono in crisi e Nino gli spiega che infatti Patrizia ha restituito l'anello al suo fidanzato.
Don Matteo va al bar a chiedere ai ragazzi se sanno se Chiara avesse un fidanzato.
Giulio dalla finestra di casa vede Patrizia scendere dalla macchina di un altro uomo. Nello stesso momento riceve una telefonata. Carmine ha qualcosa da dire. Don Matteo vorrebbe avvertire Luca che suo padre si è svegliato, ma Natalina gli dice che il ragazzo è già in ospedale. E infatti quando arriva Don Matteo trova Luca davanti alla camera di Chiara, il quale recrimina il fatto di aver portato via dal bosco suo padre, ma non lei. Carmine viene portato in carcere e parla con Don Matteo. Carmine sa di non essere stato un gran padre dopo la morte di sua moglie. Don Matteo gli dice che suo figlio è molto forte e ha rischiato tutto per salvarlo, però oltre alle sberle, Luca vorrebbe qualcos'altro da suo padre. Luca infatti ha detto che da lui non ha mai avuto un bacio, ma Carmine dice a Don Matteo che i baci glieli dava solo di notte, perché, così si dice, non bisogna mai baciare i figli se non quando dormono. 



  PAG. SUCC. >