BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MELANIA REA/ Pomeriggio 5: sorella di Parolisi ha chiesto di avere Vittoria. E’ battaglia legale per la bambina

Pubblicazione:

Parolisi avrà la bambina?  Parolisi avrà la bambina?

Melania Rea, Pomeriggio 5: sorella di Parolisi ha chiesto affidamento di Vittoria. Il delitto di Melania Rea ha aperto la puntata di oggi di Pomeriggio 5. Seguirà, poi, un'intervista a Nino, il fidanzato di Floriana, una delle concorrenti più contestate del Grande Fratello. Il primo argomento di cui si discute è l'omicidio di Melania Rea, perchè oggi c'è stata la causa in Tribunale per l'affidamento della piccola Vittoria, figlia di Melania Rea e Salvatore Parolisi. Il colpo di scena è stato che anche la sorella di Parolisi, Francesca ha chiesto l'affidamento della bambina. Vittoria vive attualmente con i genitori di Melania, e anche la famiglia dei nonni materni sta chiedendo contemporaneamente l'affidamento. Anche Michele Rea, il fratello di Melania ha rilasciato un intervista dicendo di essere stupito, perchè loro non erano stati informati del fatto che la sorella di Parolisi volesse inoltrare la richiesta di avere la custodia della piccola Vittoria. Michele dice che è stata dura rivedere Salvatore dopo tanto tempo. Salvatore Parolisi, intanto, ha chiesto e ottenuto di essere trasferito dal carcere di Teramo a quello di Santa Maria Capua Vetere. Annamaria Chiariello è in collegamento dall'esterno del Tribunale dei Minori di Napoli. La Chiariello testimonia che la tensione è stata altissima stamattina perchè c'è stato l'incontro tra i genitori di Melania e Parolisi che da luglio non si vedevano. Il Tribunale dei Minori togliere la patria podestà a Salvatore e lui non vede la figlia ormai da mesi. La Chiariello conferma che i Rea non si aspettavano che Francesca Parolisi avrebbe chiesto anche lei l'affidamento. In collegamento da Napoli c'è Teresa Capone, zia di Melania Rea e in collegamento da Roma c'è Alessandra Mussolini. La zia era presente in tribunale stamattina e secondo la sua testimonianza la mamma di Melania, Vittoria era ,come è comprensibile, molto tesa per la presenza del genero Parolisi. Il caporalmaggiore è arrivato con la scorta delle guardie penitenziarie. La nonna materna si è commossa perchè ha visto il genero dimagrito, lei gli ha sempre voluto bene. Viene mandato in onda un servizio con delle interviste fatte con una telecamera nascosta a Frattamaggiore, paese di Salvatore, in cui addirittura c'è qualcuno che dice che sarebbe colpa di Melania se Salvatore l'ha tradita. Alessandra Mussolini e la zia Teresa si indignano per questo discorso. La zia precisa che la famiglia Rea non ha mai vietato alla bambina di andare dalla zia o di vedere i nonni paterni. Aggiunge che ovviamente Salvatore è il padre e potrebbe essere innocente. Antonio Marziale, Presidente dell'Osservatorio per i Diritti dei Minori, dà atto alla famiglia Rea di essersi sempre comportata correttamente nei confronti della bambina. Se Salvatore, appena morta la moglie, ha chiamato l'amante per dirle di cancellare il suo profilo di Facebook in questo momento non ha diritto alla patria potestà. Le telecamere nascoste sono poi a Somma Vesuviana, paese di Melania, e svelano che la gente qui propende per l'affidamento ai nonni materni. La famiglia Parolisi stamattina si è presentata in Tribunale con un pool di avvocati. Si è tornato a parlare in questi giorni di un altro celebre delitto, quello di via Poma, di Simonetta Cesaroni, perchè ci sarà un film di Roberto Faenza con l'attrice Astrid Meloni nei panni di Simonetta e Silvio Orlando in quelli di un poliziotto. Orlando dice che recitando in questo film si è reso conto di quanto sia facile scoprire una bugia ma sia difficile raccontare una verità. Il film andrà in onda prossimamente su Canale Cinque. (continua alla pagina seguente)



  PAG. SUCC. >