BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ZUCCHERO IL SUONO DELLA DOMENICA/ Serata sulle note di Un soffio caldo, E' un peccato morir, Knock on wood con Eddy Floyd e Irene Fornaciari

Pubblicazione:

Zucchero  Zucchero

Terminata la canzone Eddy tenta di andar subito via, ma Zucchero lo richiama, e così il grande Floyd ritorna a prendersi il suo meritato applauso. Il concerto però non ha pause, e subito si riparte con "Con le mani" e "Solo una sana e consapevole libidine, salva il giovane dallo stress e dall'Azione Cattolica". Zucchero indossa poi una maschera rossa da diavolo, e ovviamente inizia a cantare "Diavolo in me". E' questa la canzone che conclude il concerto. Tornato poi sul palco, Zucchero ringrazia della straordinaria accoglienza, dedicando al suo pubblico una canzone che, dice che avrebbe voluto scrivere lui, "You are so beautiful", dopo la quale canta anche "Hi-De-Ho". Per onorare un po' anche la patria, decide di cantare una canzone famosa in tutto il mondo, scritta da un certo John Green, all'anagrafe Giuseppe Verdi. Si tratta di "Va' Pensiero", che però il cantante romagnolo ha tradotto in inglese, lasciando in lingua originale soltanto il ritornello. Altro omaggio all'Italia è "Miserere", e così sullo sfondo appare un vecchio video, in cui Pavarotti cantava questa canzone proprio con Zucchero, che ripropone quel duetto, cantando ovviamente la sua parte dal vivo. Il concerto però si chiude sulle note di un altro classico, "Per colpa di chi?", alla fine della quale Zucchero saluta tutti e conclude lo spettacolo dicendo "Noi crediamo nel blues, il blues non morirà mai".



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.