BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

POMERIGGIO CINQUE/ Puntata su Mike Buongiorno, Roberto Straccia, Francesco Pinna morto sotto il palco per Jovanotti. 22 dicembre 2011

Pubblicazione:

Mike Bongiorno (Foto Ansa)  Mike Bongiorno (Foto Ansa)

Pomeriggio cinque. Puntata su Mike Buongiorno, Roberto Straccia, Francesco Pinna - Nella puntata odierna la conduttrice annuncia due ospiti in studio: Nicolò, figlio di Mike Buongiorno, ed Anna Mazzamauro, la famosa "signorina Silvana" di Fantozzi . Oltre a loro, la consueta carrellata coi i fatti di cronaca più importanti della giornata. Anche nelle puntate natalizie, è presente in studio Marco Ceriani, addetto al blog della trasmissione.
Una stella di Natale accoglie la conduttrice, assieme alla classifica dei personaggi dell'anno, che verrà annunciata nella serata di capodanno. Ceriani avverte: anche la D'Urso è ben posizionata.
Si passa quindi alla cronaca: Roberto, lo studente Marchigiano scomparso a Pescara, ancora non è stato ritrovato. I cani molecolari continuano a fiutare la pineta dove è stato avvistato l'ultima volta. Il papà diRoberto spiega come ieri, durante la puntata di Chi l'ha visto?, un altro testimone si è fatto avanti.
Oggi c'è stato il reimpatrio dei cinque marinai Italiani rapiti in Somalia . La madre di Crescenzo, uno dei rapiti, mostra le lacrime di commozione.
Oggi si sono svolti anche i funerali di Francesco Pinna, il ragazzo deceduto mentre allestiva il palco per il concerto di Jovanotti. Ai funerali, anche lui, Lorenzo Cherubini, nel silenzio più assoluto.
Cambiando tono, si parla di regali di Natale: per distinguere quelli conformi, l'attenzione va al marchio CE, unico titolo di garanzia nel nostro paese. Antonio Tajani, presidente della Commissione Europea, invita a fare attenzione al logo.
Altre immagini mostrano babbo natale, che in Lapponia ha ricevuto circa 600 mila lettere, di cui tantissime parlavano di crisi.
Le telecamere della trasmissione sono andate poi a pescare Tom Cruise, la cui figlia ha chiesto un regalo da 600 mila Euro. Evidentemente, afferma l'inviata, per lei la crisi non esiste.
Un servizio poi, annuncia il ritrovamento della salma di Mike Buongiorno, trafugata poco dopo la sua morte. In quel caso, la lapide fu fatta a pezzi. Vengono mostrati i commoventi funerali del 2009, col dolore della moglie e dei figli, fino all'evento che ha fatto loro il più bel regalo di Natale.
In studio, il figlio Nicolò è giunto per parlare di suo padre. La conduttrice, spiega al pubblico che la famiglia dello storico conduttore sia una delle più belle che abbia potuto conoscere.
Vengono poi raccontate curiosità su Mike: egli aveva installato una telecamera per controllare l'ora in cui rientravano. Come spiegherà il figlio, era apprensione fatta d'amore.
La conduttrice manda un servizio in cui vengono mostrati anche gli altri 2 figli: Michele e il più piccolo Leonardo. Poi, immagini del conduttore che suscitano la commozione di Nicolò. Egli racconta come sia stato il primo a renderlo nonno, parola che odiava facendosi chiamare Mike. Il ragazzo racconta come sia impressionante vederlo cosi tanto in Tv, a tal punto che il conduttore sembri ancora vivo.
Segue quindi una piccola clip con le "gag" più simpatiche del conduttore, passate alla storia della televisione.
Il tono dell'intervista si fa poi serio: si ricorda l'8 Settembre 2009, data della sua dipartita, per giungere alla profanazione della tomba il 24 Gennaio. Come spiegherà Nicolo, è un gesto difficile da descrivere, che ha indignato tutta l'Italia. Il ragazzo racconta la lotta, descrivendo il tipo di dolore che si prova come "qualcosa di sottile, indescrivibile". Elogia il cuore degli Italiani, che da sempre sono stati vicini alla famiglia, con processioni e manifestazioni d'affetto. Secondo lui, è stata la paura a spingere i rapitori a riconsegnare la bara, che peraltro era intatta, ed era stata trattata con cura. Parla poi della fondazione "Mike Buongiorno", che quest'anno donerà a mamme e figli i proventi di una donazione che tutti gli Italiani, a partire proprio dalla data odierna, potranno fare via sms. Chiude l'intervista, la parola storica di Buongiorno: "Allegria".



  PAG. SUCC. >