BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SHERLOCK HOLMES-GIOCO DI OMBRE/ Un sequel pieno di azione che punta tutto sull'amicizia

Pubblicazione:

La locandina di Sherlock Holmes - Gioco di ombre  La locandina di Sherlock Holmes - Gioco di ombre

Nel passaggio dal cinema indipendente a quello mainstream, Ritchie si è dimostrato perfettamente a suo agio e bravo a dare ritmo e spettacolarità alla pellicola senza (quasi) mai sacrificare la sceneggiatura. “Ultimamente si sta verificando il fenomeno per cui i film indipendenti stanno “appassendo”, mentre la qualità dei film prodotti dagli studios sta aumentando. Ritengo che questo matrimonio tra cinema indipendente e grande produzione sia un momento unico nella storia del cinema, e mi fa piacere farne parte”, è il commento del regista.

 È innegabile che gran parte della forza del film stia nel personaggio e nella simbiosi perfetta creatasi con l’attore, che gli conferisce fascino, carisma e viso beffardo.

Rispetto al primo capitolo, molto più spazio ha il rapporto tra Holmes e Watson, due amici che con i loro battibecchi sembrano quasi una coppia, e nel metterlo in scena Downey Jr. e Law si rivelano una coppia formidabile, una delle migliori venute fuori al cinema negli ultimi anni. “Un regista una volta disse che il 90% della regia è costituito dal casting” dice Ritchie, “in questo caso, ci è voluto un po’ per scegliere il partner del protagonista, ma fin dall’inizio eravamo sicuri di Robert, e quando abbiamo visto Jude dopo 30 secondi abbiamo pensato che fosse perfetto. Questa alchimia tra i due ci piace molto perché è l’essenza del film”. Anche Downey Jr. è consapevole di quanto il feeling tra lui e Law sia cruciale per il successo della pellicola: “Se il pubblico non avesse reagito positivamente al casting del primo film, non saremmo stati qui nel sequel; quando si torna su un personaggio, alcune cose possono perdersi, quindi bisogna ampliare alcuni aspetti e approfondirli. Noi volevamo rendere al meglio la profondità dell’amicizia”.

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >