BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

X FACTOR/ Morgan contro tutti, mentre finiscono al ballottaggio Davide e Valerio e vince…

Pubblicazione:

i giudici di X Factor 5 (Foto Ansa)  i giudici di X Factor 5 (Foto Ansa)

X FACTOR 5, 1 DICEMBRE 2011 - Una serata all’insegna del “Disco Party” per la terza puntata di questa quinta edizione di X Factor. Lo show si apre come nelle altre puntate con una breve rappresentazione dei concorrenti ancora in gara, che stavolta si cimentano in Hung up di Madonna. Dopo il saluto dei giudici si entra già nel vivo della competizione, con Antonella, del gruppo degli over 25, che sale per prima sul palco e canta Strict Machine dei Goldfrapp. La prova è ottima, come ormai ha abituato la ragazza che, intonata come sempre, convince tutti tranne Elio, che si chiede se il pezzo proposto da lei sia in realtà dance o meno. Anche Morgan ha qualcosa da dire, ma non è inerente strettamente alla prova, bensì alla scenografia e quindi alla performance coreografica, che forse la tiene un po' troppo distante dai giudici e quindi dal pubblico. Dopo di lei si esibisce Davide, degli Under 24, che canta Never be alone di Justice Vs Simian, e che emoziona come sempre pubblico e parte della giuria. La sua voce è molto delicata, e riesce a trasmettere sentimenti, e l'unica critica che arriva dai giudici è da parte di Arisa, che dice che la sua voce era un po' troppo affettata, ma questa si chiama emozione. Nicole invece, anche lei degli Under 24, tenta la sfida Lady Gaga, per nulla facile, date le particolari caratteristiche della cantante americana. Ciò che però stupisce di più non è la resa canora, anche se segna decisamente l'ennesimo punto a favore della giovane cantante, bensì la bravura nell'eseguire la coreografia con il corpo di ballo, che fa scoprire un nuovo lato di Nicole di cui il pubblico era all'oscuro, e per il quale potrebbe apprezzarla ancora di più. Le Cafè Margot invece tentano di rivisitare a modo loro Cryng at the discotheque degli Alcazar. La loro prova è l'emblema dello stile, e a questo va aggiunta la grande tecnica canora che le due portano sul palco. Nonostante tutto però la Ventura riesce a trovare un particolare da criticare. Infatti, a suo dire, non c'era movimento nell'esecuzione del brano, e così ne vien meno l'effetto coreografico, che però può anche passare in secondo piano dinanzi a delle belle e intonate voci. La prima manche si conclude con Vincenzo, che canta Miss you degli immortali Rolling Stones. Anche qui il paragone è molto difficile. Infatti il ragazzo si cimenta in un confronto con una delle leggende del rock, il front man Mick Jagger, del quale tenta di scimmiottare qualche movenza ma, volendo dimenticare l'enorme paragone illustre e, così come fanno i giudici, tener conto del solo cantante presente sul palco, l'esibizione non è niente male, e così convince la giuria. Prima di sapere il nome del primo cantante che dovrà andare al ballottaggio, Cattelan presenta un ospite. Si tratta della cantante romana Giorgia, che canta il suo ultimo singolo "E' l'amore che conta", e delle quale viene mostrato un video in cui va a trovare tutti i ragazzi del programma durante la settimana. Prima di dare inizio alla seconda manche, viene annunciato che è Davide a dover andare al ballottaggio, per la rabbia di Morgan. Sale poi sul palco Jessica, che canta Slave to the rythm di Grace Jones.



  PAG. SUCC. >