BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DISTRETTO DI POLIZIA 11/ Anticipazioni puntata 11 dicembre 2011. Corallo è in trappola, Leo e Valentina… Riassunto 4 dicembre

Pubblicazione:

Leonardo Brandi, il commissario  Leonardo Brandi, il commissario

Distretto di polizia 11 anticipazioni puntata 11 dicembre 2011. Distretto di Polizia 11 è andato in onda con un solo episodio, il prossimo sarà domenica prossima e come rivelano le anticipazioni, si preannuncia avvincente. Prima di lasciarvi alla nuova trama della fiction poliziesca di Taodue in onda su Canale 5, il riassunto dell’episodio andato in onda. Una donna con la sua bambina, Chiara, esce dal supermercato e lascia la piccola in macchina per andare a posare il carrello della spesa. Quando la donna torna alla macchina, però, la bambina non c'è più. Ugo (Marco Marzocca) intanto riceve una lettera importante dalla Sapienza, nella quale è specificato che il palazzo in cui abita è stato costruito in un luogo dove era stato accertato un dissesto idrogeologico.

Riguardo al caso di Corallo, invece, il Leo Brandi (Andrea Renzi) ritiene che sia necessario ricominciare da zero. La donna del supermercato intanto si reca in commissariato con il marito e racconta quanto le è successo.

Intanto Brandi ha problemi con la sua ex moglie, perché lui le racconta della sua nuova fidanzata e la donna ora non sa come dire al figlio Simone che il padre se ne sta andando di nuovo con un'altra donna. Le indagini sulla morte di Luca continuano e si cercano nuove possibili piste da approfondire per cercare di mettere alle strette Martini e vedere se c'entra oppure no con Corallo.

Per il caso della bambina scomparsa, invece, si pensa ad un rapimento e si segue la pista di un uomo zoppo vestito da prete che si sarebbe avvicinato alla piccola. Il proprietario di un negozio di abiti ecclesiastici ricorda in particolare di aver venduto dei vestiti ad un giovane romeno.

Qualcosa viene fuori sulle ragazze dell'Appia Sport Village: otto estetiste di cui solo 4 diplomate ed altre che non si sa da dove vengono.

Intanto Valentina (Valentina Cervi)  commissario racconta a Mara Fermi (Miriam Leone) del fatto che lui sta per trasferirsi a casa sua. Sembra proprio essere molto innamorata. Lei dice alla sua amica di non aver mai avuto paura e di aver vissuto sempre per il piacere. Ed ora è davvero felice.

Al commissariato, intanto, scoprono che il giovane romeno è legato ad un furto di offerte in una chiesa e il parroco dice di aver parlato con quel giovane e quando lui era scappato i ragazzi dell'oratorio avevano segnato la targa del suo motorino.

Ugo continua a documentarsi sul rischio geologico che è stato trasformato in una pericolosità non considerevole. Tutto questo per poter costruire il palazzo senza problemi.

Il giovane romeno, che ha con sé la bambina, la porta nel bosco. E proprio nel bosco è nascosto anche Corallo, che ha piantato lì una tenda dove rifugiarsi.

Finalmente indagando si riesce ad arrivare al nome del giovane romeno.

Quest'ultimo ha piantato una tenda ed lì ha messo a dormire la piccola Chiara. Egli intanto chiede aiuto ad un suo connazionale, ma quest'ultimo si rifiuta di aiutarlo perché c'è di mezzo una bambina e la faccenda è molto rischiosa. Alla fine però il giovane si lascia convincere.

Simone, il figlio del Commissario, esce con la sua ragazza per prendere un gelato. I due però hanno al loro seguito due uomini della scorta, perché il ragazzo è stato messo sotto protezione. Il commissario inizia la sua convivenza con Valentina, la quale gli fa uno scherzo facendogli credere che non le importa di lui. In realtà per il suo primo rientro a casa da lavoro, lei gli ha preparato una cena a lume di candela. Lui le dice che non è stata una grande giornata, perché ha dovuto raccontare a Lavinia, la sua ex moglie, che se ne sarebbe andato da casa per andare a stare con lei.

Brenta, guardando una foto della bambina rapita, scopre che questa ha il segno della vaccinazione contro la tubercolosi, che però in Italia non è più obbligatoria già dal 2001. Si scopre inoltre che questo ragazzo aveva denunciato tanti anni fa la scomparsa di una sorellina di soli quattro anni. I genitori vengono allora mandati a chiamare e raccontano di quando adottarono Chiara. Il padre spiega infatti che allora egli si recava spesso in Romania per motivi di lavoro e dunque gli capitò

questa possibilità di adottare la bambina. Leonardo Brandi ribadisce il fatto che in qualunque modo la si voglia mettere si tratta comunque di un'adozione illegale e spiega loro che i suoi uomini hanno trovato il nome del ragazzo che ha preso la bambina e che hanno scoperto che si tratta del fratello della piccola.

Poiché la bambina ama molto gli animali, si pensa di cercarla al Bioparco.

Intanto ripartono gli interrogatori per cercare di scoprire chi ha ucciso Luca. Viene messo sotto torchio il signor Martini che ha acquistato dei terreni edificabili limitrofi all'Appia Sport Village a soli 400.000 euro. Lui risponde che i clienti dell'Appia sono tutti gente molto facoltosa. Il commissario dice che lo vogliono accusare di sfruttamento della prostituzione, ma interviene in suo favore l'avvocato. Non ci sono prove contro di lui e quindi Martini può andare via dal commissariato. (continua alla pagina seguente)



  PAG. SUCC. >